Farmaci dell’apparato respiratorio

Che cosa sono i farmaci dell’apparato respiratorio?

I farmaci dell’apparato respiratorio vengono utilizzati per curare le patologie respiratorie e permettere una buona respirazione.

Sono vari e possono essere suddivisi in:

  • farmaci broncodilatatori, utilizzati per l’asma e per le malattie polmonari respiratorie croniche. A loro volta possono essere suddivisi in:
    • simpaticomimetici ß-adrenergici, che rilassano la muscolatura bronchiale e per questo sono utilizzati come antagonisti della broncocostrizione
    • anticolinergici, efficaci contro i broncospasmi provocati da sostanze irritanti
    • metilxantine, utilizzate nelle terapie anti asma e possono essere efficaci anche per 16-18 ore
    • inibitori del rilascio dei mediatori mastocitari, che rallentano l’attività delle cellule infiammatorie che provocano gli attacchi di asma
    • antinfiammatori steroidei, i più utilizzati per curare il processo infiammatorio cronico che è alla base dell’asma
    • antagonisti dei recettori dei leucotrieni, farmaci utilizzati per curare l’asma, ancora in fase di valutazione
  • farmaci anti tosse, a loro volta suddividibili in:
    • mucolitici, che hanno la capacità di fluidificare l’espettorato viscoso (catarro) e di migliorarne l’espettorazione
    • che agiscono a livello nervoso, che inibiscono il centro nervoso connesso con la tosse, a base di sostanze oppiacee come morfina, eroina e codeina
  • farmaci anti rinite, divisibili in:
    • agonisti α-adrenergici, che agiscono su questi recettori adrenergici che si trovano soprattutto sulla membrana delle fibre muscolari lisce
    • antistaminici H1, che agiscono come antagonisti degli effetti farmacologici dell’istamina bloccandone i recettori H1
    • cromoglicato, che agisce come antagonista degli effetti farmacologici dell’istamina inibendone la liberazione.

 

Come si assumono i farmaci dell’apparato respiratorio?

I farmaci dell’apparato respiratorio sono disponibili e possono essere assunti sotto varie forme: capsule, compresse, sciroppi, soluzioni da assumere per iniezioni.

In ogni caso, questi farmaci devono essere assunti dietro prescrizione medica, prestando particolare attenzione a quanto viene indicato sia dal punto di vista della posologia, sia da quello della modalità di assunzione.

Un uso non corretto di questi farmaci può rendere inutile il loro uso o può comportare rischi anche seri per la salute.

 

Controindicazioni dei farmaci dell’apparato respiratorio?

I farmaci dell’apparato digerente possono essere molto vari e diversi tra loro. Per questo possono avere effetti collaterali molto differenti che variano a seconda della tipologia e del dosaggio di farmaco assunto dal paziente.

In generale, i disturbi più diffusi sono di natura:

I farmaci dell’apparato digerente sono controindicati per anziani con fragilità, ipertiroidismo, cardiopatie, diabete e epatopatie.

In caso di gravidanza o durante l’allattamento l’uso di questi farmaci deve essere valutato bene e caso per caso, tenendo conto dei benefici clinici per la mamma e dei potenziali rischi per il nascituro o neonato.

 

I principali farmaci dell’apparato respiratorio

Leggi gli approfondimenti:

Altri principali farmaci dell’apparato respiratorio sono:

  • Acetilcisteina
  • Aminofillina
  • Beclometasone
  • Bromexina
  • Budesonide
  • Fenilefrina
  • Levodropropizina
  • Lisozima fenolpropamina tonzilamina
  • Montelukast
  • Omalizumab
  • Ombroxolo
  • Orciprenalina
  • Ossimetazolina
  • Roflumilast
  • Salbutamolo
  • Terbutalina
  • Tiotropio
  • Xilometazina
  • Zafirlukast
  • Zileuton.