Tosse

Che cos’è la tosse?

La tosse – insieme al muco prodotto dai nostri bronchi, comunemente chiamato catarro – è il primo meccanismo di difesa dell’apparato respiratorio.

Di fatto si tratta di un meccanismo fisologico che permette al nostro organismo di espellere in modo brusco le sostanze che irritano le vie aeree, come fumo, gas, microbi, smog e in alcuni casi anche oggetti solidi.

 

Quali sono le cause della tosse?

La tosse può essere la conseguenza di uno stato febbrile, di un raffreddore, di una bronchite di una sinusite, ma può essere causata anche da patologie differenti, più o meno gravi, come: aneurisma aortico, asma, diverticoli esofagei, embolia polmonare, enfisema, fibrosi cistica, insufficienza cardiaca, laringite, meningite, pertosse, pleurite, polmonite, rinite, sindrome di Sjögren, sinusite, tonsillite, tubercolosi, tumore al polmone, tumore all’esofago, varicella.

 

Quali sono i sintomi della tosse?

La tosse, provocata dalle mucose che ricoprono le vie infiammatorie che intendono così espellere le sostanze che le irritano, inizialmente si manifesta come secca. Questa condizione cambia quando si verifica la sovrapposizione di un’infezione batterica: diventa “grassa”, produce cioè una grande quantità di muco.

 

Quali sono i rimedi contro la tosse?

In genere, si rimedia alla tosse curando la patologia che ne sta alla base. Per quanto riguarda le forme più lievi possono essere sufficienti caramelle per la tosse o prodotti da banco specifici.

Si consiglia di bere in abbondanza, umidificare correttamente gli ambienti, evitare di fumare e di respirare fumo passivo. In casi più seri e prolungati nel tempo possono essere prescritti farmaci antistaminici, decongestionanti o mucolitici.

 

Tosse, quando rivolgersi al proprio medico?

In caso di tosse, è bene contattare il proprio medico quando:

  • si soffre di malattie cardiache e la tosse diventa più intensa quando si è sdraiati o si associa a un evidente gonfiore alle gambe
  • si registra un calo di peso non giustificato
  • si è soggetti a sudorazioni notturne
  • si ha avuto contatti con malati di tubercolosi
  • si tossisce da più di 10 giorni
  • se il muco (o catarro) presenta tracce di sangue
  • se si avverte un rumore acuto, quasi un fischio, durante l’inspirazione
  • se i colpi di tosse sono particolarmente violenti e si presentano all’improvviso.

È bene recarsi direttamente a un pronto soccorso, invece, quando è associata a:

  • difficoltà respiratorie
  • fiato corto,
  • gonfiori della gola
  • gonfiori del volto
  • orticaria.

 

Area medica di riferimento per la tosse

Per maggiori informazioni sulla tosse, vedi l’Unità Operativa di Pneumologia di Humanitas Gavazzeni di Bergamo.