Pompelmo

Il pompelmo è il frutto della pianta Citrus paradisi, che sembra derivi dall’incrocio tra pomelo e arancio.

La sua stagione inizia a novembre e finisce a maggio.

 

Quali sono le proprietà nutrizionali del pompelmo?

In 100 grammi di pompelmo senza buccia c’è un apporto di circa 26 calorie, così ripartite: 91% carboidrati e 9% proteine.

Nella stessa quantità di parte commestibile del frutto sono inoltre presenti:

Sono inoltre presenti vari fitonutrienti capaci di apportare benefici al nostro organismo come i limonoidi, i polifenoli e la naringerina.

Nella varietà con la buccia rosa/rossastra è presente il licopene.

 

Quando non bisogna mangiare pompelmo?

Il consumo di pompelmo e del suo succo possono interferire con l’azione delle statine.

 

Quali sono i possibili benefici del pompelmo?

Ottima fonte di vitamina C, il pompelmo favorisce il buon funzionamento del sistema immunitario, contrasta l’ossidazione del colesterolo, combatte l’infiammazione e sembra proteggere da diverse forme di tumore.

In generale a questo frutto vengono riconosciute proprietà antiossidanti (grazie al licopene e ai polifenoli) e detossificanti (grazie ai limonoidi, alle fibre e alla narignerina).

Infine, il consumo di questo frutto contribuisce a ridurre i livelli di insulina nel sangue e per questo aiuti a non ingrassare, a proteggere dai calcoli ai reni e da alcuni cancri, in particolare quelli al colon e ai polmoni.

 

Quali sono le controindicazioni del pompelmo?

Non sono note controindicazioni al consumo di pompelmo.

 

Disclaimer

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.