Vitamina B1 (tiamina)

Che cos’è la vitamina B1?

La vitamina B1 è una vitamina del gruppo B corrispondente chimicamente alla Tiamina (altro nome con cui è conosciuta questa vitamina). Appartiene al gruppo delle vitamine idrosolubili, ovvero quelle vitamine che non possono essere accumulate nell’organismo e che quindi devono essere assunte con regolarità mediante una dieta varia ed equilibrata per assicurarne il giusto apporto.

A che cosa serve la vitamina B1?

La vitamina B1 è implicata soprattutto nel metabolismo dei carboidrati: gioca infatti un importante ruolo nel meccanismo di trasformazione del glucosio in energia. È una vitamina importante per molti organismi, compresi tutti i vertebrati e gli insetti studiati al riguardo.

In quali alimenti è presente la vitamina B1?

La vitamina B1 è presente negli alimenti sia animali, sia vegetali. In particolare si trova nei cereali (è particolarmente abbondante nella cuticola che avvolge i semi), nei legumi, nelle uova, nella carne di maiale, nel lievito.

Qual è il fabbisogno giornaliero di vitamina B1?

Il fabbisogno giornaliero di vitamina B1 negli adulti è valutato in circa 1-1,5 mg al giorno: in particolare si ritiene che per le donne siano sufficienti 0,9 mg giornalieri, mentre per gli uomini il fabbisogno quotidiano è pari a circa a 1,2 mg. Generalmente per soddisfare il fabbisogno di questa vitamina è sufficiente condurre un’alimentazione varia ed equilibrata.

Carenza di vitamina B1

Se l’assunzione di vitamina B1, o Tiamina, è così ridotta che l’organismo risulta andare in carenza, le conseguenze negative per la salute umana possono essere differenti: si va da uno stato generale di deperimento e perdita di peso dovuto a una crescente difficoltà a ingerire cibo accompagnata dalla presenza di vomito, fino ad arrivare nei casi più gravi a danni al sistema nervoso e cardiovascolare e a disturbi neurologici. Nei casi più gravi le lesioni vascolari e del sistema nervoso causate dalla carenza di vitamina B1 possono portare al semi-coma e alla morte.

La carenza di vitamina B1 provoca nell’uomo una sindrome conosciuta come beri-beri – che spesso si accompagna a deficit di altre vitamine del gruppo B – caratterizzata da turbe sensitive, motorie e psichiche, miocardiopatia, astenia, anoressia.

Eccesso di vitamina B1

Poiché le quantità eccedenti della vitamina B1 o Tiamina presenti nell’organismo umano vengono eliminate in tempi rapidi mediante l’urina, non si registrano problemi dovuti a un eccesso di assunzione di questa vitamina.

Perché la vitamina B1 è anche chiamata “vitamina del morale”?

La vitamina B1 o Tiamina ha la capacità di condizionare in modo positivo l’inclinazione mentale e comportamentale, per questo  è chiamata anche “vitamina del morale”. Poiché, inoltre, l’assunzione di questa vitamina nella giusta quantità migliora le capacità di attenzione e di apprendimento, ricopre un ruolo di grande importanza nel periodo di crescita dei bambini.