Mexiletina

La mexiletina appartiene al novero dei farmaci cardiovascolari ed è nello specifico un farmaco antiaritmico, che agisce stabilizzando il battito cardiaco.

 

A che cosa serve la mexiletina?

La mexiletina viene utilizzata per trattare alcuni gravi anomalie che riguardano il battito cardiaco.

 

Come si assume la mexiletina?

La mexiletina viene assunta per via orale, a stomaco pieno oppure insieme ad antiacidi.

 

Quali effetti collaterali ha l’assunzione di mexiletina?

L’assunzione di mexiletina ha vari effetti collaterali, tra cui: diarrea, capogiri, bruciori di stomaco, mal di testa, vista appannata, nausea, vomito e tremori.

È consigliabile rivolgersi al più presto a un medico nel caso in cui, in seguito all’assunzione di questo farmaco, si manifestino: rash, orticaria, dolore al petto, gonfiore di volto, bocca, labbra o lingua, difficoltà respiratorie, svenimenti, forte mal di stomaco, ittero e mal di gola.

 

Quali sono le controindicazioni all’uso di mexiletina?

L’uso di mexiletina deve essere evitato in caso di shock cardiogeno o di blocco atrioventricolare di secondo o terzo grado.

In ogni caso l’assunzione di questo farmaco può rendere pericolosa la guida di veicoli o la manovra di macchinari pericolosi, soprattutto se assunto insieme ad alcolici o altri farmaci.

Prima della sua assunzione, in ogni caso, bisogna avvisare il proprio medico di:

  • presenza di eventuali allergie al principio attivo, ai suoi eccipienti, ad altri farmaci e sostanze o ad alimenti
  • cure in corso con medicinali, fitoterapici o integratori alimentari, in particolare a base di cimetidina, idantoine, fenobarbital, rifampicina, caffeina, lidocaina o teofillina
  • sofferenza attuale o passata di problemi cardiaci, scompenso cardiaco, pressione bassa, problemi epatici o convulsioni
  • presenza di un pacemaker
  • stato di gravidanza o di allattamento al seno.

Medici, chirurghi e dentisti devono sempre essere avvisati di terapie in corso a base di mexiletina.

 

Disclaimer

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.