Piselli

I piselli sono i semi della pianta Pisum sativum, che appartiene alla famiglia delle Fabacee.

La loro origine sembra essere collocata nelle regioni sub-himalayane del Nord-Est dell’India.

Oggi sono coltivati in tutte le aree temperate del mondo. In Italia la loro stagione è compresa tra giugno e luglio.

 

Quali sono le proprietà nutrizionali dei piselli?

In 100 grammi di piselli c’è un apporto di circa 81 calore e sono presenti:

Questi legumi contengono inoltre beta-carotene e buone dosi di luteina e zeaxantina. Sono inoltre fonti di fitosteroli soprattutto beta-sitosterolo.

 

Quando non bisogna mangiare piselli?

Il consumo di piselli può interferire con l’assunzione di warfarin, un farmaco anticoagulante usato in genere per trattare coaguli di sangue o per prevenire alcune patologie legate a fibrillazione atriale o a malattie cardiache valvolari.

In presenza di dubbi è comunque sempre consigliabile chiedere consiglio al proprio medico.

 

Quali sono i possibili benefici dei piselli

La caratteristica positiva dei piselli è quella di fornire importanti nutrienti e fitonutrienti apportando, al contempo, una quantità limitata di calorie.

Nello specifico, buono è l’apporto di folati, importanti per lo sviluppo del sistema nervoso nel corso della gravidanza, e di vitamine del gruppo B, che incidono sul buon funzionamento del metabolismo.

La presenza di vitamina C, vitamina A, beta-carotene e luteina/zeaxantina produce sicuri effetti di protezione antiossidante.

Grazie alla presenza di fibre e fitosteroli questi legumi aiutano a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo nel sangue. Infine calcio, fosforo e vitamina K favoriscono la protezione di ossa e denti.

 

Disclaimer

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.