Tetraciclina

La tetraciclina è un antibiotico che agisce prevenendo la crescita e la diffusione dei batteri impedendo loro di sintetizzare le proteine.

 

A che cosa serve la tetraciclina?

La tetraciclina viene utilizzata per curare le infezioni della pelle, l’acne, le infezioni delle vie aeree, quelle delle vie urinarie e genitali e le infezioni da Helicobacter pylori associate a ulcera gastrica.

 

Come si assume la tetraciclina?

La tetraciclina viene assunta per via orale, con 2-4 dosi giornaliere da assumere a stomaco vuoto, con acqua abbondante (da evitare è la somministrazione contemporanea all’assunzione di latte, formaggi, gelato e altri latticini)

 

Quali effetti collaterali ha l’assunzione di tetraciclina?

L’assunzione di tetraciclina può generare vari disturbi quali: dolore alla bocca, cambiamenti del colore della pelle, problemi di stomaco, diarrea, prurito vaginale, prurito a livello di retto, ustioni.

È bene rivolgersi a un medico nel caso in cui si manifestino effetti collaterali come: rash cutaneo, orticaria, prurito, difficoltà a respirare, difficoltà a deglutire, mal di testa intenso, vista appannata, ittero, urine scure, feci chiare, vomito, confusione, piaghe in gola, febbre, stanchezza e brividi.

 

Quali sono le controindicazioni all’uso di tetraciclina?

La tertaciclina non deve essere somministrata a minori di 8 anni. Il suo effetto può contribuire a diminuire l’efficacia di alcuni contraccettivi orali.

Il suo effetto può essere invece diminuito in caso di assunzione congiunta con antiacidi, integratori di ferro o di calcio e lassativi a base di magnesio.

Prima della sua assunzione, è comunque sempre bene informare il proprio medico della presenza di:

  • allergie al principio attivo o ad altri farmaci
  • assunzione di altri medicinali, fitoterapici o integratori, soprattutto di anticoagulanti, antiacidi e penicilline
  • disturbi presenti o passati per asma, allergie, diabete, orticaria, febbre da fieno, malattie renali o malattie epatiche
  • gravidanza o allattamento al seno.

È bene informare sempre chirurghi e dentisti di un trattamento in corso a base di questo principio attivo.

Durante il trattamento è bene inoltre proteggere la pelle con indumenti e filtri solari adatti e gli occhi con occhiali da sole.

 

Disclaimer

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.