Adrenalina

Che cos’è l’adrenalina?

L’adrenalina è un ormone che stimola i recettori del sistema simpatico in modo tale che ci sia un rilassamento della muscolatura liscia associata ai bronchi e all’iride.

Agisce come antagonista dell’istamina.

 

A che cosa serve l’adrenalina?

L’adrenalina viene utilizzata per contrastare gravi reazioni allergiche che siano state causate da alimenti, farmaci, punture d’insetti o sostanze di vario genere, tra cui il lattice.

Tra le sue altre applicazioni ci sono il trattamento:

  • della congestione nasale derivata da febbre da fieno,
  • della rinite,
  • della sinusite acuta,
  • dei sintomi dell’asma
  • dei sintomi dell’orticaria
  • dei sintomi dell’edema angioneurotico
  • di alcune forma di sincope
  • di alcune forme di arresto cardiaco
  • di rilassamento della muscolatura dell’utero al fine anche di inibirne le contrazioni.

 

Come si assume l’adrenalina?

L’adrenalina può essere somministrata con iniezioni, sotto forma di inalazione nasale o di soluzione per aerosol.

 

Quali effetti collaterali ha l’assunzione di adrenalina?

La somminsitrazione di adrenalina può produrre sintomi e disturbi avversi, tra cui: capogiri, battito cardiaco irregolare, difficoltà respiratorie, dolori al petto, debolezza, mal di testa, pallore, nausea, tremori, vomito e sudorazioni.

 

Quali sono le controindicazioni all’uso di adrenalina?

L’assunzione di adrenalina deve sempre essere concordata con il proprio medico, in particolar modo quando vi è presenza di:

  • allergie al principio attivo, ai suoi eccipienti, ai solfiti o ad altri farmaci
  • assunzione di altri medicinali, fitoterapici o integratori, in particolare se antidepressivi, antistaminici, diuretici, betabloccanti, levotiroxina e antiaritmici
  • sofferenza presente o passata di dolori al petto, pressione alta, aritmie o altri problemi cardiovascolari, ipertiroidismo, diabete, artrite, malattia di Parkinson, depressione o altri problemi psichiatrici
  • stato di gravidanza o di allattamento.

 

Disclaimer

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.