Salmone

Il salmone è un pesce d’acqua dolce e marina che vive nei mari freddi del nord, in particolare in Nord America, Canada, Norvegia, Svezia. Con questo nome vengono designate varie specie di pesci che appartengono alla famiglia dei Salmonidae.

In Europa è presente il salmone atlantico (Salmo salar). Il salmone è anche uno delle specie più allevate, per questo è disponibile tutto l’anno.

 

Quali sono le proprietà nutrizionali del salmone?

100 grammi di salmone contengono:

  • 8,4 g di proteine
  • 12 g di grassi
  • 1 g di carboidrati
  • 185 Kcal.

Questo pesce è inoltre una buona fonte di vitamina B6, vitamina B12, vitamina B1 (tiamina) e vitamina B3 (niacina), oltre che di sali minerali come fosforo e selenio e acidi grassi omega 3.

 

Quando non bisogna mangiare salmone?

Non ci sono situazioni in cui il salmone possa interferire con l’assunzione di farmaci o altre sostanze. La carne di questo pesce può contenere irrisorie quantità di metilmercurio, non tali, però, da sconsigliarne il consumo.

 

Quali sono i possibili benefici del salmone?

Il fosforo contenuto nel salmone è importante per la salute di ossa e denti, il selenio invece agevola il buon funzionamento degli antiossidanti cellulari.

Tra le vitamine, la B6 previene l’invecchiamento e stimola le funzioni cerebrali; la B12 interviene nella produzione dei globuli rossi e nella formazione del midollo osseo; la B3 favorisce il processo digestivo, protegge la pelle e agisce positivamente sulla circolazione del sangue; la B1 rilascia l’energia indispensabile per vivere quotidianamente.

 

Quali sono le controindicazioni del salmone?

Il salmone, come tutti gli altri pesci, dovrebbe essere sempre cucinato prima di essere consumato. Il calore ha infatti la caratteristica di annientare eventuali sostanze tossiche presenti nelle sue carni.

Se consumato fresco al ristorante è importante sincerarsi che siano state rispettate le norme di legge (Regolamento CE 853/2004) che prevedono che il pesce sia stato preventivamente congelato a -20° C per almeno 24 ore.

Se consumato crudo a casa, il salmone deve essere congelato per almeno 96 ore a -18° C in un congelatore a tre o più stelle.

 

Disclaimer

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.