Noci

Le noci sono semi delle piante che appartengono al genere Juglas, di cui le tre specie principali sono regia, nigra e cinerea che si suddividono in dozzine di varietà distinte tra loro.

I maggiori produttori di noci, pianta originaria dell’India e del Mar Caspio, sono oggi la Cina, gli Stati Uniti, l’Ucraina e la Romania.

 

Quali sono le proprietà nutrizionali delle noci?

In 100 grammi di parte commestibile di noci della specie Junglans regia c’è un apporto di circa 582 calorie, così ripartite: 89% lipidi, 7% proteine e 4% carboidrati.

Nella stessa quantità della stessa specie, sono inoltre contenuti:

Nelle noci c’è anche un buon contenuto di vitamina E sotto forma di gamma-tocoferolo. Sono presenti inoltre fitonutrienti come la tellimagrandina, il juglone e la morina, difficile da trovare in altri cibi.

 

Quando non bisogna mangiare noci?

Il consumo di noci può interferire con l’assunzione di farmaci contro l’ipotiroidismo.

 

Quali sono i possibili benefici delle noci?

Alle noci sono riconosciute proprietà antinfiammatorie e antiossidanti. Contribuiscono a ridurre il colesterolo totale e soprattutto quello cattivo, migliorano la qualità del tono dei vasi sanguigni, riducono l’aggregazione delle piastrine e dei marcatori delle infiammazioni, portando beneficio all’intero apparato cardiovascolare.

In parte le noci sono inoltre utili nella gestione del diabete di tipo 2, per prevenire alcuni tumori, per mantenere la salute delle ossa, il buon sonno, la memoria e le capacità cognitive.

 

Quali sono le controindicazioni delle noci?

L’allergia alle noci è abbastanza diffusa, spesso si manifesta anche quando si è in presenza di ipersensibilità ad altri frutti a guscio.

 

Disclaimer

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.