Cocco

Il cocco è il frutto della pianta Cocos nucifera, famiglia delle Palmaceae, che cresce in zone caratterizzate dal clima tropicale in presenza di suoli umidi, sabbiosi e ben drenati.

 

Quali sono le proprietà nutrizionali del cocco?

In 100 grammi di cocco, parte mangiabile, c’è un apporto di circa 364 calorie, così ripartite: 86% lipidi, 10% carboidrati e 4% proteine.

Nella stessa quantità sono inoltre presenti:

Questo frutto è anche fonte di fitosteroli (47 mg in 100 g), citochine ed enzimi vari.

 

Quando non bisogna mangiare cocco?

Il consumo di cocco può interferire con l’azione di alcuni farmaci: quelli assunti per abbassare la pressione e quelli utilizzati per ridure i livelli di colesterolo nel sangue.

 

Quali sono i possibili benefici del cocco?

L’acido laurico contenuto nel cocco, pur essendo un grasso saturo apporta benefici al nostro organismo perché è in grado di promuovere l’aumento del colesterolo HDL, quello considerato “buono”.

Le funzioni metaboliche e digestive del nostro organismo sono inoltre garantite dalla presenza di nutrienti e composti bioattivi.

Proprietà antinvecchiamento, antitrombotiche e antitumorali sono invece riconosciute ad alcune citochine presenti nell’acqua del cocco che, tra l’altro, ha buone proprietà dissetanti.

Infine, l’olio di cocco è considerato benefico per la nostra salute ed è oltretutto anche un ottimo emolliente e per questo è molto utilizzato in campo cosmetico.

 

Quali sono le controindicazioni del cocco?

Non si registrano controindicazioni al consumo di cocco. È un frutto che non è soggetto di allergie e che può essere consumato anche durante la gravidanza.

 

Disclaimer

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.