Diabete di tipo 1

Che cos’è il diabete di tipo 1?

Il diabete di tipo 1 (o insulino-dipendente) si caratterizza per la mancanza totale di secrezione da parte del pancreas di insulina – ormone che ha la funzione di “apriporta” per l’ingresso nelle cellule del glucosio che viene in seguito bruciato a fini energetici – e colpisce soprattutto bambini e giovani.

La mancanza di insulina impedisce dunque al soggetto diabetico di utilizzare correttamente il glucosio come principale fonte di energia per la cellula.

In tempi recenti è stata caratterizzata una forma di diabete tipo 1 (cosiddetto LADA, o diabete latente a genesi autoimmune) che insorge nell’adulto, ma ha le caratteristiche cliniche, seppure attenuate, del diabete giovanile.

Quali sono le cause del diabete di tipo 1?

Le cause del diabete non sono ancora certe, ma è assodato che esiste una predisposizione genetica. Il diabete tipo 1 è una malattia autoimmune in cui l’attacco degli anticorpi deviati contro il pancreas non dipende dalla golosità del soggetto.

La non produzione di insulina di tipo 1 è dovuta ad anticorpi male indirizzati che uccidono le beta cellule pancreatiche responsabili, appunto della produzione di insulina.

Che cosa è l’indice glicemico?

L’indice glicemico è la capacità di un alimento di far crescere la glicemia: tanto più l’indice glicemico è alto, tanto più la glicemia salirà velocemente.

Il riso ad esempio possiede un indice glicemico più alto della pasta; le patate bollite hanno un indice glicemico ancora più alto e le patate fritte hanno un indice glicemico più alto di quelle bollite. La pizza e le piadine hanno un indice glicemico più alto del pane.

Esistono delle tabelle che ci aiutano a conoscere l’indice glicemico degli alimenti, ma in generale il buon senso ci dice di limitare le occasioni di consumare alimenti ad alto indice glicemico.

Vi è anche una certa variabilità individuale circa il potere iperglicemizzante dei vari alimenti: questa può essere testata dal paziente stesso monitorando il livello di glucosio nel sangue capillare a 2 ore dall’inizio di pasti a vario tenore e tipologia di carboidrati.

Come si può individuare il diabete di tipo 1?

Nel corso della visita diabetologia vengono analizzati i casi acuti – tra i quali sono ricompresi anche quelli caratterizzati da diabete tipo 1 –, che presentano in genere sintomi quali:

Ai fini del sospetto diagnostico, sono da considerare anche le infezioni di difficile guarigione delle vie genito-urinarie, in ambo i sessi.

Come si può curare il diabete di tipo 1?

Per il trattamento del diabete di tipo 1 (insulino-dipendente), l’Ambulatorio di Diabetologia segue modelli di terapia insulinica intensiva (anche con microinfusore).

Il controllo dei risultati raggiunti viene fatto attraverso l’automonitoraggio domiciliare della glicemia e l’applicazione in casi selezionati di sensori in continuo per il glucosio nel liquido interstiziale.