Interferone alfa n-1

L’interferone alfa n-1 è un principio attivo che sembra esercitare un’azione antivirale e immunomodulatrice oltre che contrastare la proliferazione cellulare.

 

A che cosa serve l’interferone alfa n-1?

L’interferone alfa n-1 viene utilizzato per il trattamento della tricoleucemia, della leucemia mieloide cronica e di alcune forme croniche dell’epatite B e dell’epatite C.

 

Come si assume l’interferone alfa n-1?

L’interferone alfa n-1 è somministrato attraverso iniezioni sottocutanee o intramuscolari.

 

Quali effetti collaterali ha l’assunzione di interferone alfa n-1?

Leggeri effetti collaterali derivati dall’assunzione di interferone alfa n-1 possono essere: mal di testa, febbre, brividi, dolori alle gambe, dolori articolari, mal di schiena, nausea, vomito, stanchezza, leggeri pruriti o rash.

Meglio invece ricolgersi al medico nel caso in cui si evidenzino: rash grave, orticaria, forte prurito, gonfiore a volto, labbra, lingua e gola, difficoltà di respirazione.

 

Quali sono le controindicazioni all’uso di interferone alfa n-1?

Prima di sottoporsi a un trattamento a base di interferone alfa n-1 è necessario informare il medico di:

  • allergie al principio attivo, ai suoi derivati o ad altri farmaci e alimenti
  • cure in corso con medicinali, fitoterapici o integratori
  • sofferenza attuale o passata di malattie cardiache, malattie polmonari, diabete, convulsioni o psoriasi
  • stato di gravidanza o di allattamento al seno.

 

Disclaimer

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.