Ovaie

Che cosa sono le ovaie?

Le ovaie sono due ghiandole posizionate ai due lati dell’utero che fanno parte dell’apparato riproduttivo femminile insieme a uterotube di Faloppiovagina e vulva.

Come sono fatte le ovaie?

Le ovaie hanno la forma di una mandorla, sono lunghe circa 4 centimetri, alte 2 centimeri e spesse 1 centimetro. La loro dimensione varia a seconda dell’età: sono piccole da bambine, si sviluppano nella maturità e tendono ridursi con l’invecchiamento.

Le ovaie sono costituite da due poli:

  • polo superiore (o tubarico), unito all’infudibolo della tuba uterina
  • polo inferiore (o uterino) unito all’utero dal legamento utero-ovarico.

Le ovaie sono composte da due strati. Uno, più interno, ricco di tessuto connettivo denso e di vasi sanguigni che consentono il nutrimento dell’organo. L’altro, più esterno, che contiene i follicoli ovarici a vari stadi di maturazione che rendono possibile la maturazione di un ovocita e la conseguente espulsione di un ovulo ogni mese, durante il ciclo mestruale.

Qual è la funzione delle ovaie?

Le ovaie hanno un doppio ruolo:

  • la funzione gametogenica che consiste nella produzione degli ovuli, elementi indispensabili per la riproduzione
  • la funzione endocrina, di secernita degli ormoni sessuali che regolano le varie fasi della vita riproduttiva femminile.

Ogni mese dalle ovaie viene liberato un ovulo maturo, pronto per essere fecondato. Questo viene espulso dal follicolo ovarico ed entra nella tuba di Falloppio, mentre lo stesso follicolo si trasforma in corpo luteo e provvede a secernere ormoni sessuali – estrogeni e progesterone – in attesa che l’ovulo venga fecondato.

Se la fecondazione non ha avuto luogo l’ovulo viene espulso con il flusso mestruale, mentre il corpo luteo regredisce e torna ad assumere la forma del follicolo.

Se invece la fecondazione avviene, l’uovo fecondato transita attraverso le tube e giunge all’utero, dando vita all’instaurarsi della gravidanza.