Vongole

La vongola è un mollusco bivalve che appartiene alla famiglia dei Veneridae. Dotata di due conchiglie robuste che coincidono tra loro, ha una forma ovoidale o triangolare e una colorazione che può variare dal bianco, al grigio al marrone.

La vongola verace autoctona italiana (Tapese decussatus) è quasi del tutto scomparsa dalle tavole italiane, soppiantata dalla cosiddetta vongola filippina, più resistente alle variazioni dell’acqua e capace di svilupparsi in un tempo inferiore a quella verace nostrana.

 

Quali sono le proprietà nutrizionali delle vongole?

In 100 grammi di vongole veraci c’è un apporto di 72 calorie, così suddivise: 57% proteine, 31% lipidi e 12% carboidrati.

Nella stessa quantità sono inoltre contenuti:

 

Quando non bisogna mangiare vongole?

Non si conoscono situazioni di interazione tra il consumo di vongole e l’assunzione di farmaci o altre sostanze.

Chi soffre di epatite deve comunque evitare di consumarle crude così come altri molluschi crudi (ad esempio le ostriche).

 

Quali sono i possibili benefici delle vongole?

Le vongole veraci contengono molte proteine e minerali tra cui il potassio e il calcio, ottimi per mantenere pressione sanguigna e bilancio idrico nella norma, il primo, e per regolare la ritmicità del cuore e l’eccitabilità neuromuscolare, il secondo.

 

Quali sono le controindicazioni delle vongole?

Sebbene le vongole abbiano un contenuto calorico ridotto devono essere consumate non troppo spesso a causa del loro elevato contenuto di colesterolo e sodio.

Inoltre non bisogna dimenticare che essendo muscoli filtratori possono essere veicolo di microrganismi patogeni per l’uomo come quelli che possono provocare salmonellosi, tifo, epatite A e colera. Per questo è consigliabile acquistarle solo quando se ne conosce la provenienza e sono quindi certificati e garantiti.

Per lo stesso motivo è bene sempre evitare di consumare questi molluschi crudi e ne è sconsigliato il consumo a chi soffre di pressione alta o colesterolo alto.

 

Disclaimer

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.