Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sulle nostre campagne promozionali e sull'uso dei nostri servizi da parte dell’utenza, per farti visualizzare contenuti pubblicitari in linea con le tue preferenze ed esigenze, questo sito usa cookie anche di terze parti. Chi sceglie di chiudere questo banner o di proseguire nella navigazione cliccando al di fuori di esso esprime il consenso all'uso dei cookie. Per saperne di più o per modificare le tue preferenze sui cookie consulta la nostra Cookie Policy
Stampa

Ossa

Pubblicato in Anatomia


Che cosa sono le ossa?

Le ossa sono il tessuto connettivo fortemente mineralizzato, notevolmente duro e resistente che, sotto forma di segmenti di varia forma, lunghezza e densità, costituisce il sistema scheletrico.

 

In base alla loro forma le ossa sono classificate in:

  • ossa lunghe, che si sviluppano in lunghezza
  • ossa piatte, dal ridotto spessore rispetto alla lunghezza o alla larghezza
  • ossa brevi (o corte) che si sviluppano in modo simile in tutte e tre le dimensioni
  • ossa irregolari, che non hanno elementi morfologici dominanti.

Le ossa lunghe

Le ossa lunghe degli arti inferiori sono il femore, il perone e la tibia: quelle degli arti superiori sono omero, radio e ulna.

 

Le ossa lunghe sono ricoperte da una membrana connettiva, il periostio, che è responsabile della crescita dell’osso e della formazione di calli quando si verificano delle fratture. Sotto il periostio c’è uno strato di osso denso, il cosiddetto osso compatto o corticale, ancora più sotto c’è l’osso spugnoso o trabecolare all’interno del quale c’è il midollo osseo, dove vengono prodotte le cellule del sangue.

Le ossa piatte

Le principali ossa piatte del nostro organismo sono le ossa del cranio, le scapole, lo sterno e le ossa del bacino. Sono formate da uno strato sottile di osso spugnoso, avvolto da due lamine di tessuto osseo compatto o corticale (una per lato), all’interno del quale è contenuto il midollo osseo.

Le ossa brevi

Tra le ossa brevi del nostro corpo ci sono quelle che compongono il carpo e quelle che formano il tarso. Nella forma si avvicinano a quella di un cubo e sono caratterizzate da scarsa mobilità. Sono costituite da tessuto spugnoso avvolto da una lamina di tessuto osseo compatto.

Le ossa irregolari

Sono irregolari le ossa che non possono essere classificate né lunghe, né corte, né piatte, come le vertebre e l’osso iliaco, cioè l’osso dell’anca.

 

Qual è la funzione delle ossa?

Le ossa hanno diverse funzioni:

  • danno supporto e stabilità al corpo
  • consentono i movimenti degli arti, in collaborazione con muscoli e tendini
  • danno forma alle parti de corpo di cui fanno parte
  • attraverso il midollo che è in loro contenuto producono le cellule del sangue (piastrine, globuli bianchi e globuli rossi)
  • svolgono in alcuni casi un ruolo protettivo
  • fungono da riserva e deposito di vari minerali indispensabili per regolare molti meccanismi fisiologici, come calcio, fosforo, sodio e magnesio.

 

L'OSPEDALE

Ospedale polispecialistico a Bergamo con aree specializzate per la cura di malattie cardiovascolari, tumorali, ortopediche e legate all’obesità con un centro diagnostico all’avanguardia

Campagne di prevenzione

"ComunicAnimare la salute", un innovativo progetto di promozione della salute in collaborazione con Bruno Bozzetto.

L'UNIVERSITA'

Humanitas Gavazzeni pone particolare attenzione verso le attività di didattica, formazione e ricerca.