Semi di zucca

I semi di zucca sono prodotti dalla pianta Cucurbita pepo e sono disponibili sul mercato sotto forma di snack cui sono attribuite proprietà terapeutiche. Sono impiegati anche sotto forma di olio per vari tipi di trattamenti.  

A che cosa servono i semi di zucca?

I semi di zucca sono utilizzati in particolare per trattare disturbi che attengono alla sfera urologica come l’enuresi notturna nei bambini o tutte i sintomi che accompagnano l’ipertrofia prostatica benigna, come minzione frequente, notturna, intermittente o ritenzione urinaria e mancato svuotamento della vescica. Grazie ai betasteroli, questi semi sarebbero anche in grado di ridurre il colesterolo nel sangue diminuire i sintomi e i disturbi che caratterizzano il post-menopausa. La cucurbitina in loro contenuta, infine, sembra essere un aminoacido in grado di contrastare le infezioni da vermi parassiti.  

Quali effetti collaterali ha l’assunzione di semi di zucca?

In genere i semi di zucca sono ben tollerati da tutti. Non si conoscono possibili interazioni tra il consumo di questa sostanza e l’assunzione di farmaci o altre sostanze.  

Quali sono le controindicazioni all’uso di semi di zucca?

Seppur in assenza di controindicazioni specifiche, il consumo di integratori a base di semi di zucca deve essere evitato durante la gravidanza o l’allattamento al seno perché non se ne conoscono in modo approfondito gli effetti provocati da un suo consumo al di fuori della norma. Meglio evitarne l’uso anche in presenza di un’ipersensibilità certa o presunta.  

Disclaimer

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.