COME TI POSSIAMO AIUTARE?

CENTRALINO

035.4204111

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

PRENOTAZIONI

Prenotazioni telefoniche SSN
035.4204300
Prenotazioni telefoniche Private
035.4204500

LINEE DEDICATE

Diagnostica per Immagini
035.4204001
Fondi e Assicurazioni
035.4204400
Humanitas Medical Care Bergamo
035.0747000

Acido folico

L’acido folico è una vitamina idrosolubile, la vitamina B9, e quindi non può essere accumulato nell’organismo ma deve essere assunto con continuità attraverso l’alimentazione.

È un fitoterapico e lo si trova in particolare in alcuni alimenti come broccoli, lattuga, asparagi, spinaci, fegato, latte, alcuni cereali, arance, limoni e kiwi.

La carenza di acido folico può avere varie cause, tra cui l’abuso di alcol, la presenza di diabete mellito insulino-dipendente e la celiachia.

L’acido folico tende inoltre a distruggersi quando c’è un calore eccessivo e a disperdersi quando entra in contatto con l’acqua.

A che cosa serve l’acido folico?

L’acido folico viene utilizzato per evitare carenze dello stesso acido che possono essere pericolose in varie fasi della vita – quando può essere alla base di anemia – e soprattutto durante la gravidanza, quando la carenza può compromettere il buono sviluppo del sistema nervoso del feto. In alcuni casi la carenza elevata di acido folico può provocare la nascita di bambini prematuri e con la spina bifida.

L’acido folico favorisce inoltre la sintesi delle proteine e del DNA e la formazione dell’emoglobina. La sua presenza contribuisce anche a prevenire molti rischi di natura cardiovascolare.

Come si assume l’acido folico?

L’acido folico viene assunto per via orale sotto forma di compresse che devono essere assunte in genere una volta al giorno.

Il fabbisogno giornaliero di acido folico è di circa 0,2 mg. Le donne in stato di gravidanza ne devono assumere il doppio per sopperire al fatto che il feto utilizza le riserve materne di questo acido.

Quali effetti collaterali ha l’assunzione di acido folico?

Bisogna informare il proprio medico nel caso i cui, a seguito di assunzione di acido folico, si manifestino i seguenti sintomi: rash cutaneo, prurito, orticaria, senso di oppressione e dolore al petto, difficoltà respiratorie, gonfiore di bocca, volto, labbra e lingua.

Quali sono le controindicazioni all’uso di acido folico?

Prima che vi sia somministrazione di acido folico, il medico incaricato deve essere informato di:

  • eventuali allergie al principio attivo o suoi eccipienti, ad altri farmaci, alimenti o altre sostanze
  • medicinali, fitoterapici e integratori assunti, in particolare vitamine e fenitoina
  • malattie e problemi di salute di cui si soffre (o si ha sofferto)
  • gravidanza o allattamento.

Durante il trattamento con acido folico possono essere consigliati opportuni accorgimenti alimentari, come ad esempio aumentare il consumo di fegato, frutta e verdura a foglie verdi fresca.

Avvertenza

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico.

Prenota una visita

Prenotazioni

Servizio Sanitario Nazionale: 035 4204300
dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 17

Privati e Convenzionati: 035 4204500
dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 17