COME TI POSSIAMO AIUTARE?

CENTRALINO

035.4204111

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

PRENOTAZIONI

Prenotazioni telefoniche SSN
035.4204300
Prenotazioni telefoniche Private
035.4204500

LINEE DEDICATE

Diagnostica per Immagini
035.4204001
Fondi e Assicurazioni
035.4204400
Humanitas Medical Care Bergamo
035.0747000

Ezetimibe

L’ezetimibe è un farmaco per iperlipidemie che agisce riducendo la quantità di colesterolo che viene assorbita dall’organismo.

A che cosa serve l’ezetimibe?

L’ezetimibe viene utilizzato soprattutto per trattare il colesterolo alto.

Come si assume l’ezetimibe?

L’ezetimibe viene assunto per via orale, a volte insieme ad altri farmaci, contestualmente a un adeguato programma alimentare e a una regolare attività fisica.

Quali effetti collaterali ha l’assunzione di ezetimibe?

Fra i possibili effetti collaterali dovuti all’assunzione di ezetimibe ci sono: intorpidimenti o pizzicore, lieve mal di stomaco, stanchezza, diarrea, capogiri, mal di testa, depressione, mal di schiena, dolore articolare, tosse.

È meglio tosse nel caso in cui si manifestino effetti come: prurito, orticaria, rash, senso di oppressione o dolore al petto, difficoltà respiratorie, gonfiore di volta, bocca, labbra o lingua, debolezza, sensibilità o dolori muscolari insoliti, mal di stomaco, nausea, perdita dell’appetito, urine scure, ittero, pancreatite.

Quali sono le controindicazioni all’uso di ezetimibe?

Bisognerebbe evitare di assumere ezetimibe in contemporanea a colestiramina, colestipolo o colesevelam: prima di assumerla è necessario aspettare almeno 4 ore dopo aver assunto uno di questi farmaci, oppure assumerla almeno 2 ore prima di questi medicinali.

Prima dell’assunzione è importante informare il medico di:

  • eventuali allergie al principio attivo, ai suoi eccipienti, ad altri farmaci, ad altre sostanze o ad alimenti
  • assunzione contestuale di altri medicinali, di fitoterapici e di integratori, citando in particolare steroidi e ormoni (inclusa la pillola anticoncezionale), colestiramina, colestipolo, colesevelam, gemfibrozil, ciclosporina e anticoagulanti
  • sofferenza attuale o passata di malattie renali o disturbi alla tiroide
  • gravidanza o allattamento.

Prima che si registrino miglioramenti nei livelli di colesterolo possono essere necessarie fino a 2 settimane di trattamento.

Avvertenza

Le informazioni riportate sono indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico.

Prenota una visita

Prenotazioni

Servizio Sanitario Nazionale: 035 4204300
dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 16

Privati e Convenzionati: 035 4204500
dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 19 e il sabato dalle 9 alle 13