Ginseng

Con il nome ginseng si indica comunemente la pianta Panax ginseng originaria dell’Asia e la pianta Panax quinquefolius, originaria di Canada e USA.

Nelle sue radici è presente una miscela complessa di saponine chiamate panaxosidi e ginsenosidi.

 

A che cosa serve il ginseng?

Al ginseng sono riconosciute proprietà farmacologiche fitoterapiche, che riguarderebbero la capacità di recupero dell’organismo, l’incremento della resistenza naturale e la stimolazione delle capacità e delle attività mentali.

 

Come si assume il ginseng?

Il ginseng viene assunto per via orale, sotto forma di compresse, tavolette masticabili, tisane e granulati.

 

Quali effetti collaterali ha l’assunzione di ginseng?

Un utilizzo non controllato di ginseng può provocare l’insorgenza di vari effetti collaterali, tra cui: insonnia, tachicardia, tremori, irritabilità, disturbi digestivi, cefalea.

 

Quali sono le controindicazioni all’uso di ginseng?

Il ginseng deve essere evitato quando si è ipersensibili a vari componenti o se si è soggetti a malattie psichiatriche gravi.

Chi soffre di diabete prima dell’uso deve chiedere un consiglio al proprio medico perché può contribuire a ridurre i livelli di glucosio nel sangue.

 

Disclaimer

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.