Folati

Che cosa sono i folati?

Quando si parla di folati ci si riferisce sia all’acido folico presente sotto varie forme nel cibo, sia all’acido folico di origine sintetica che è presente in integratori e alimenti fortificati.

Sono noti anche come vitamina B9 e sono molto importanti per il nostro organismo. Una loro carenza può comportare l’insorgenza di alcune forme di cancro, aumentare il rischio di anomalie congenite, di disfunzioni congenite della terza età e di malattie cardiovascolari, provocare anemia megaloblastica.

 

A che cosa servono i folati?

L’Efsa, l’Autorità europea per la sicurezza alimentare, riconosce vari claim relativi ai folati.

In particolare, sono loro riconosciute le capacità di contribuire alla crescita dei tessuti durante la gravidanza, alla normale formazione del sangue, alla normale sintesi degli aminoacidi, al normale funzionamento del sistema immunitario, alla riduzione della stanchezza e della fatica, al normale metabolismo dell’omocisteina oltre che di svolgere un ruolo nel processo di divisione cellulare.

 

Possibili controindicazioni dei folati?

In genere l’assunzione di folati è considerata sicura. È necessario però rimanere nelle dosi consigliate, per evitare il formarsi di sintomi come nausea, gonfiore e insonnia.

Dal punto di vista dell’interazione con farmaci, si sottolinea che l’assorbimento dell’acido folico può essere ridotto dall’assunzione di molti farmaci, tra cui gli antidiabetici, gli antibiotici e i medicinali contro l’insonnia. Dosi elevate di acido folico, invece, possono ridurre l’efficacia dei farmaci anticonvulsivanti.

 

Disclaimer

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.