Gruppo sanguigno

Che cos’è il gruppo sanguigno?

Il gruppo sanguigno è una componente ereditaria del sangue, che si identifica grazie agli:

  • antigeni che sono presenti sulla superficie dei globuli rossi, gli elementi corpuscolati che hanno il compito di trasportare l’ossigeno alle cellule dell’organismo rimuovendone al contempo l’anidride carbonica
  • anticorpi che sono presenti nel sangue e agiscono contro gli antigeni assenti sui globuli rossi.

 

Come viene classificato il gruppo sanguigno?

Ci sono diversi sistemi – sono più di trenta – di classificazione del gruppo sanguigno. Quello da noi utilizzato è il sistema ABO (ABzero) che prevede:

  • il gruppo A, che presenta l’antigene A sulla superficie dei globuli rossi e gli anticorpi anti-B nel sangue
  • il gruppo B, che presenta l’antigene B sulla superficie dei globuli rossi e gli anticorpi anti-A nel sangue
  • il gruppo 0, che non presenta antigeni sulla superficie del globuli rossi ma presenta gli anticorpi anti-A e anti-B nel sangue
  • il gruppo AB che presenta gli antigeni A e B sulla superficie dei globuli rossi, ma non presenta alcun anticorpo nel sangue.

Ognuno di questi gruppi può essere suddiviso in RH positivo o Rh negativo in base alla presenza di una specifica proteina, l’antigene Rh D. Sempre secondo la classificazione AB0 i gruppi sanguigni sono così denominati:

  • A+ (A Rh D positivo)
  • A- (A Rh D negativo)
  • B+ (B Rh D positivo)
  • B- (B Rh D negativo)
  • 0+ (0 Rh D positivo)
  • 0- (0 Rh D negativo)
  • AB+ (AB Rh D positivo)
  • AB- (AB Rh D negativo)

 

Che cos’è la compatibilità tra gruppi sanguigni?

Nel nostro organismo può scorrere sangue di un unico gruppo sanguigno, quello che ogni individuo ha fin dalla nascita.

Per questo il sistema immunitario di ciascuno reagisce a una tipologia di sangue che non riconosce come proprio producendo anticorpi che possono legarsi a particolari antigeni causando, in alcune circostanze, la distruzione dei globuli rossi.

Per questo quando si procede con una trasfusione del sangue o con un trapianto d’organo è fondamentale stabilire che il sangue del ricevente e quello del donatore appartengano allo stesso gruppo sanguigno.

 

Qual è la compatibilità tra i vari gruppi sanguigni?

Alcuni gruppi sanguigni sono compatibili tra loro, altri no. Nel dettaglio, queste sono le compatibilità:

  • il gruppo A (positivo o negativo) può ricevere sangue dal gruppo A e dal gruppo 0
  • il gruppo B (positivo o negativo) può ricevere sangue dal gruppo B e dal gruppo 0
  • il gruppo AB (positivo o negativo) può ricevere sangue dal gruppo A, dal gruppo B, dal gruppo AB e dal gruppo 0
  • il gruppo 0 (positivo o negativo) può ricevere solo dal gruppo 0.

Il sangue appartenente al gruppo 0, dunque, può essere donato a tutte le persone, indipendentemente dal loro gruppo sanguigno di appartenenza. Ma le persone con gruppo sanguigno 0 possono ricevere sangue solo da donatori che abbiano il loro stesso gruppo sanguigno.

Qui di seguito una tabella riassuntiva delle compatibilità esistenti tra i gruppi sanguigni:

GRUPPO PUOI DONARE IL SANGUE A: PUOI RICEVERE SANGUE DA:
A+ A+, AB+ A+, A-, 0+, 0-
A- A+, A-, AB+, AB- A-, 0-,
B+ B+, B-, AB+, AB- B+, B-, 0+, 0-
B- B+, B-, AB+, AB- B-, 0-
0+ 0+, A+, B+, AB+ 0+, 0-
0- Tutti 0-
AB+ AB+ Tutti
AB- AB+, AB- AB-, A-, B-, 0-