Miele

Il miele è la sostanza zuccherina e viscosa che alcuni insetti imenotteri, in particolare l’ape domestica, elaborano dal nettare dei fiori o dalle secrezioni delle piante.

Se ne distinguono vari tipi, in base alla provenienza del nettare (acacia, tiglio, ecc.), al colore (bianco o biondo) al metodo di estrazione (vergine, centrifugato, torchiato).

Viene utilizzato come alimento o dolcificante dopo essere stato raffinato.

 

Quali sono le proprietà nutrizionali del miele?

Tenuto conto delle varie tipologie di miele, 100 grammi di questo alimento sviluppano, in media, 304 calorie e contengono, circa:

 

Quando non bisogna mangiare miele?

Il consumo di miele, visto il suo elevato contenuto zuccherino e calorico, deve essere del tutto evitato da chi soffre di diabete e da chi è in una condizione di obesità o è sovrappeso.

Il consumo di questo alimento e del tutto sconsigliato anche per i bambini al di sotto di un anno di vita perché potrebbe causare un’infezione da tossina botulinica.

 

Quali sono i possibili benefici del miele

Il miele è in grado di apportare molti benefici al nostro organismo:

  • allevia ansia e stress
  • stimola la memoria e la concentrazione
  • è un prezioso alleato dell’intestino
  • è un valido rimedio contro tosse, mal di gola e affezioni delle vie aeree superiori in genere
  • in campo cosmetico, elimina le impurità della pelle e dona luminosità ai capelli.

 

Quali sono le controindicazioni del miele

Il miele deve essere evitato dalle persone con diabete e in condizioni di obesità o sovrappeso.

 

Disclaimer

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.