Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sulle nostre campagne promozionali e sull'uso dei nostri servizi da parte dell’utenza, per farti visualizzare contenuti pubblicitari in linea con le tue preferenze ed esigenze, questo sito usa cookie anche di terze parti. Chi sceglie di chiudere questo banner o di proseguire nella navigazione cliccando al di fuori di esso esprime il consenso all'uso dei cookie. Per saperne di più o per modificare le tue preferenze sui cookie consulta la nostra Cookie Policy
Stampa

Sonnolenza

Pubblicato in Sintomi e disturbi


Che cos’è la sonnolenza?

Si soffre di sonnolenza quando si è assaliti da attacchi di sonno durante le ore del giorno. Il desiderio di dormire può essere tale da provocare un sonno improvviso in situazioni impensabili e inappropriate.

Quali sono le cause della sonnolenza?

La sonnolenza può derivare da mancanza di riposo che può essere causata da situazioni esterne, come ad esempio un lavoro su turni o interne, come stati di depressione o di particolare ansia o stress.

 

La sonnolenza può essere anche provocata da varie patologie e disturbi, tra i quali ci sono: acidosi metabolica, anemia, apnee notturne, botulismo, bruxismo, cefalea, cirrosi epatica, diabete, gastrite, ictus, influenza, insufficienza cardiaca, insufficienza renale, intolleranze alimentari, ipotiroidismo, leucemia, meningite, morbo di Parkinson, raffreddore, reflusso gastroesofageo, sclerosi multipla e sindrome premestruale.

Quali sono i rimedi contro la sonnolenza?

Per trovare il rimedio alla sonnolenza è necessario risalire alla sua causa.

 

Nei casi meno gravi può essere sufficiente curare l’aspetto del sonno con vari accorgimenti tra cui:

  • coricarsi e svegliarsi sempre circa alla stessa ora,
  • non coricarsi subito dopo aver mangiato e aspettare almeno 30 minuti dopo avere visto la tv o avere utilizzato computer o altri strumenti elettronici,
  • evitare l’uso di sostanze eccitanti (esempio bibite a base di caffeina) fin dal pomeriggio,
  • mantenere una giusta temperatura, né troppo calda, né troppo fredda, in camera da letto.

In altri casi può essere utile affidarsi a una terapia a base di farmaci specifici anti insonnia o, quando la sonnolenza sia provocata da insonnia dovuta a vampate associate alla menopausa, a una terapia ormonale sostitutiva.

 

L’insonnia e di conseguenza la sonnolenza potrebbero anche essere provocate dall’uso di certi farmaci dei quali, sotto indicazione del medico, potrà essere modificata la posologia.

Sonnolenza, quando rivolgersi al proprio medico?

Quando la sonnolenza non si presenta in episodi isolati ma è costante, tanto da invalidare la normale qualità della vita, è bene rivolgersi al proprio medico. Se la sonnolenza si presenta all’improvviso ed è associabile ad altri sintomi che possano far pensare a problemi di salute più gravi è necessario rivolgersi al pronto soccorso.

 

L'OSPEDALE

Ospedale polispecialistico a Bergamo con aree specializzate per la cura di malattie cardiovascolari, tumorali, ortopediche e legate all’obesità con un centro diagnostico all’avanguardia

Campagne di prevenzione

"ComunicAnimare la salute", un innovativo progetto di promozione della salute in collaborazione con Bruno Bozzetto.

L'UNIVERSITA'

Humanitas Gavazzeni pone particolare attenzione verso le attività di didattica, formazione e ricerca.