Centro Ipertensione arteriosa e patologie delle ghiandole surrenali

Di che cosa si occupa il Centro Ipertensione arteriosa e patologie delle ghiandole surrenali?

Il Centro Ipertensione Arteriosa e patologie delle ghiandole surrenali si occupa di:

  • stabilire la diagnosi e il grado dell’ipertensione,
  • individuare i fattori di rischio che influenzano i livelli pressori e identificare la coesistenza di altri fattori che aggravano l’ipertensione stessa, al fine di caratterizzare il rischio cardiovascolare globale del paziente,
  • accertare i danni che gli elevati valori pressori possono determinare su cuore, cervello, rene, vasi sanguigni e retina,
  • effettuare uno screening per stabilire le potenziali cause dell’ipertensione arteriosa,
  • individuare la coesistenza di altre patologie,
  • intervenire sullo stile di vita del paziente e pianificare il trattamento farmacologico idoneo al controllo pressorio
  • verificare l’esistenza e gli effetti di patologie delle ghiandole surrenali collegate all’ipertensione arteriosa ma che possono verificarsi anche nei soggetti normotesi.

 

A chi si rivolge il Centro Ipertensione arteriosa e patologie delle ghiandole surrenali?

Il Centro Ipertensione arteriosa e patologie delle ghiandole surrenali si rivolge alla popolazione in generale in quanto oltre il 30% dei soggetti adulti è iperteso con una percentuale che arriva quasi al 60% negli ultrasessantenni.

Si rivolge anche ai pazienti con patologie cardiache (ischemia miocardica, insufficienza cardiaca), cerebrali (pregresso ictus o attacco ischemico transitorio), vascolari (arteriopatia obliterante agli arti inferiori), renali (insufficienza renale) e metaboliche (diabete, ipercolesterolemia, iperuricemia) che quasi sempre si associano o causano la ipertensione arteriosa.

Per quanto riguarda la patologia delle ghiandole surrenali i pazienti interessati sono quelli che mostrano i sintomi e i segni di un eccesso di ormoni surrenalici ma anche quelli che presentano i cosiddetti “Incidentalomi Surrenalici”, cioè abnormi nodularità delle ghiandole surrenali che sono spesso benigne – dovute ad adednomi, mielolipomi, cisti o altro –, ma possono essere anche maligne, come si verifica per il carcinoma corticale del surrene che deve essere prontamente rimosso per la sua elevata malignità.

Quali sono i sintomi che possono essere collegati a problemi clinici curabili nel Centro ipertensione e patologie delle ghiandole surrenali?

Poiché è prevalentemente asintomatica, l’ipertensione arteriosa può essere meglio identificata con programmi di screening a livello di popolazione o con rilevazioni pressorie opportunistiche.

Tuttavia l’improvvisa comparsa di sudorazione, tachicardia, cardiopalmo, brividi, pallore, debolezza muscolare con formicolii agli arti, apnee del sonno, cefalea persistente, possono suggerire una patologia connessa con l’ipertensione arteriosa.

Indubbiamente anche la comparsa di ipertensione in età giovanile, l’ipertensione resistente al trattamento farmacologico, lo sviluppo improvviso o l’aggravarsi di ipertensione a fronte di valori precedentemente normali sono elementi che richiedono una valutazione clinica specifica da parte del medico.