Tutto esaurito per la Giornata di prevenzione sull’osteoporosi organizzata da Humanitas Gavazzeni per il 22 ottobre 2014. Le  visite specialistiche gratuite sono infatti andate esaurite.

La giornata di prevenzione di Humanitas Gavazzeni rientra nell’ambito dell’iniziativa “Ospedali a porte aperte” organizzata in occasione della Giornata Mondiale contro l’Osteoporosi del 20 ottobre 2014 dall’Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna – O.N.Da, negli ospedali premiati con i “Bollini Rosa” (2 quelli di Humanitas Gavazzeni), e impegnati nel sensibilizzare le donne verso una malattia che si previene e si risolve non solo grazie a uno stile di vita e a una dieta corretta, ma anche con una maggiore informazione.

Dopo i 50 anni, con la menopausa, viene meno la protezione degli ormoni estrogeni: le ossa perdono calcio e sali minerali e l’attività distruttiva dell’osso prevale su quella ricostruttiva. Così come per l’ipertensione e l’ipercolesterolemia, l’osteoporosi è una malattia “silenziosa” che può progredire per diversi anni fino alla diagnosi o finché avviene una frattura.

«Le fratture osteoporotiche cosiddette di fragilità sono purtroppo causa di disabilità, anche di grado elevato sia fisica che psichica, e la loro incidenza aumenta esponenzialmente con l’età. La più frequente e disabilitante è certamente quella del femore – spiega Marcella Montini, endocrinologa di Humanitas Gavazzeni –. È quindi assolutamente necessario individuare con accuratezza le persone a rischio elevato per avviare un trattamento preventivo efficace».