Tumore del testicolo

Che cos’è il tumore del testicolo?

Il tumore del testicolo è una neoplasia rara che si sviluppa come conseguenza di una crescita incontrollata delle cellule del testicolo, che porta alla creazione di una massa.

In genere questo tumore viene originato dalle cellule germinali, quelle che sono alla base dell’origine degli spermatozoi, e colpisce un solo testicolo, raramente si diffonde in tutti e due..

 

Quali sono i fattori di rischio del tumore del testicolo?

Ci sono alcuni fattori di rischio che possono aumentare la possibilità di contrarre un tumore al testicolo. Il primo di questi è la non discesa, in fase di crescita, nello scroto di uno dei due testicoli, il cosiddetto criptorchidismo, che può aumentare di 40 volte la possibilità di formazione di un tumore. Le possibilità diminuiscono però se si corregge l’anomalia con un intervento chirurgico da eseguirsi prima dei sei anni di età.

Altri fattori di rischio sono:

  • la mancata discesa nello scroto del testicolo (criptorchidismo), con il testicolo stesso che è localizzato a livello dell’addome o dell’inguine
  • lo sviluppo fuori dalla norma del testicolo, condizione di origine patologica
  • la familiarità, con presenze in famiglia di questo tipo di tumore
  • l’età: il tumore al testicolo colpisce soprattutto i giovani di età compresa tra i 15 e i 34 anni
  • un tumore già presente nell’altro testicolo,
  • l’esposizione a sostanze che possono incidere sull’equilibrio endocrino
  • l’infertilità
  • il fumo di sigaretta.

 

Quali sono i sintomi del tumore del testicolo?

I primi sintomi di un tumore al testicolo sono in genere la presenza di un nodulo, gonfiore o senso di pesantezza del testicolo stesso. Per verificare in modo tempestivo l’esistenza di un nodulo è molto importante l’autopalpazione, da svolgersi con una certa frequenza.

Segnali dell’esistenza di una forma tumorale al testicolo può essere anche un dolore localizzato o un anormale ingrandimento o rimpicciolimento del testicolo.

 

Come si può diagnosticare il tumore del testicolo?

La diagnosi del tumore al testicolo viene eseguita attraverso:

  • un esame obiettivo, nel corso del quale lo specialista verifica l’esistenza di eventuali alterazioni morfologiche del testicolo e prescrive, se lo ritiene necessario l’esecuzione di approfondimenti diagnostici
  • un’ecografia testicolare e/o ecocolordoppler, esame non invasivo che rappresenta il mezzo migliore per individuare una lesione testicolare e la sua estensione
  • esami del sangue, che permettono di verificare l’aumento di sostanze presenti nel sangue, definite marcatori tumorali, che possono indicare la presenza di un tumore
  • TAC, con la quale è possibile verificare il grado di stadiazione della malattia e stabilire così la cura più adatta al caso specifico
  • PET, con la quale è possibile verificare l’estensione della malattia, anche se questa si è diffusa in altri organi o distretti corporei
  • orchiectomia radicale inguinale, che consiste nell’asportazione di un testicolo quando si è in una situazione di forte sospetto di cancro. Il tessuto asportato viene in seguito analizzato per verificare la tipologia e le caratteristiche della malattia tumorali.

 

Come viene curato il tumore del testicolo?

I trattamenti del tumore al testicolo variano a seconda della tipologia e dell’estensione del tumore stesso.

La cura può richiedere un trattamento chirurgico, un trattamento chemioterapico o un trattamento radioterapico.

 

Per maggiori informazioni visitare l’area medica di riferimento