COME TI POSSIAMO AIUTARE?

CENTRALINO

035.4204111

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

PRENOTAZIONI

Prenotazioni telefoniche SSN
035.4204300
Prenotazioni telefoniche Private
035.4204500

LINEE DEDICATE

Diagnostica per Immagini
035.4204001
Fondi e Assicurazioni
035.4204400
Humanitas Medical Care Bergamo
035.0747000

Efavirenz

L’efavirenz è un antivirale inibitore dell’enzima trascrittasi inversa.

 

A che cosa serve l’efavirenz?

L’efavirenz permette di ridurre le particelle di HIV nel sangue e per questo, in combinazione con altri farmaci, viene utilizzato per tenere sotto controllo l’infezione da HIV.

In particolare, la sua funzione non è quella di guarire questa infezione, ma quella di impedire che questa infezione evolva in sindrome da immunodeficienza acquisita (AIDS) o in gravi infezioni o forme tumorali e quella di contrastare il rischio di trasmettere il virus attraverso rapporti sessuali protetti.

Associato ad altri farmaci può inoltre ridurre il rischio di contrarre infezione da parte di persone accidentalmente esposte al virus.

 

Come si assume l’efavirenz?

L’efavirenz viene somministrato per via orale sotto forma di compresse o capsule. In genere viene assunto una volta al giorno, con abbondante acqua e a stomaco vuoto.

 

Quali effetti collaterali ha l’assunzione di efavirenz?

L’assunzione di efavirenz può provocare l’insorgenza di vari effetti collaterali, tra i quali: capogiri, confusione, fastidi allo stomaco, indigestione, diarrea, vomito, mal di testa, perdita della memoria, cambiamenti d’umore, sonnolenza, difficoltà ad addormentarsi o a rimanere addormentati.

È consigliabile rivolgersi al più presto a un medico nel caso in cui si manifestino: convulsioni, ittero, prurito, dolore alla parte alta destra dell’addome, perdita dell’appetito, rash, stanchezza estrema, svenimenti, vesiche sulla pelle.

 

Quali sono le controindicazioni all’uso di efavirenz?

L’efavirenz non deve essere assunto in caso di gravidanza o di allattamento al seno e in concomitanza con altri farmaci o principi attivi come astemizolo, midazolam, triazolam e voriconazolo.

In ogni caso, prima dell’assunzione il medico deve essere avvisato di:

  • presenza di eventuali allergie al principio attivo, ai suoi eccipienti o ad altri farmaci
  • assunzione di altri medicinali, fitoterapici o integratori, in particolare anticoagulanti, antimicotici, calcio-antagonisti, la clorfeniramina, le statine, il danazolo, il desametasone, l’eritromicia, gli integratori di ferro, l’isoniazide, i farmaci contro ansia, depressione o dolore, quelli contro l’HIV o l’AIDS, il lopinavir, il ritonavir e il saquinavir, gli anticonvulsivanti, il metadone, il metronidazolo, la niacina, i Fans, gli antidiabetici orali, gli inibitori della pompa protonica, la chinidina, il chinino, il rifampin, i sedativi, i sonniferi, il sulfametazolo, il tamoxifene, i tranquillanti
  • problemi attuali o passati di abuso di alcol, droghe o farmaci
  • problemi (anche passati) di depressione o altri disturbi psichiatrici, di convulsioni o di patologie cardiache, epatiche o pancreatiche
  • situazione di colesterolo alto.

 

Disclaimer

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.

Prenota una visita

Prenotazioni

Servizio Sanitario Nazionale: 035 4204300
dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 17

Privati e Convenzionati: 035 4204500
dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 17