Silicio

Che cos’è il silicio?

Il silicio è un minerale che viene chiamato anche oligoelemento, microelemento o microcostituente poiché è presente nell’organismo solo in tracce. Per l’uomo rappresenta un oligoelemento essenziale.

Il simbolo chimico del silicio è Si.

 

A che cosa serve il silicio?

Il silicio nell’organismo è necessario per la sintesi del collagene e dell’elastina, e svolge quindi un ruolo di primo piano per il benessere dei tessuti connettivi (cartilagine, tendini, legamenti) oltre a essere un costituente importante del tessuto osteoide. Inoltre il silicio è partecipa alla regolazione della permeabilità dei tessuti connettivi e della pelle.

 

In quali alimenti è presente il silicio?

Il silicio è presente nell’avena, nella barbabietola, nell’orzo, nella soia, nei cereali integrali, nelle radici e in erbe come la borragine e l’ortica.

 

Qual è il fabbisogno giornaliero di silicio?

Il fabbisogno giornaliero medio di silicio è di 20-50 mg.

 

Quali conseguenze può determinare la carenza di silicio?

Sebbene non si conoscano sintomi da carenza di silicio nell’uomo, sembra che scarsi apporti di questo minerale comportino l’aumento della fragilità delle unghie e abbiano ricadute negative anche sulla salute di pelle e capelli.

 

Quali conseguenze può determinare un eccesso di silicio?

La prolungata esposizione a elevate concentrazioni di silicio provoca la silicosi, una malattia polmonare. Un aumento dei livelli di questo minerale è inoltre stato rilevato nel cervello di persone affette da Alzheimer.

 

Gli integratori di silicio possono essere utili per la salute dei capelli?

Poiché il silicio assunto per via alimentare non sempre viene bene assimilato dall’organismo, per assicurarsi il giusto apporto di questo minerale può essere utile assumere degli integratori. È bene però evitare il fai-da-te e chiedere consiglio al proprio medico.