Infezione da stafilococco aureo

Che cos’è un’infezione da stafilococco aureo?

Le infezioni da stafilococco aureo interessano la pelle e i tessuti molli. Si tratta di infezioni causate dallo Staphylococcus aureus che possono essere anche gravi, in particolare quelle causate dai ceppi che resistono all’antibiotico meticillina.

I disturbi causati nella maggior parte dei casi non sono però particolarmente intensi e possono scatenarsi dopo anni dall’esposizione all’infezione.

 

Come si contrae un’infezione da stafilococco aureo?

L’infezione da stafilococco aureo viene in genere trasmessa attraverso contatto fisico, nello specifico da mani contaminate.

La pelle e le mucose di per sé dovrebbero rappresentare una barriera insormontabileper il microbo, che però riesce a introdursi nell’organismo – nello specifico tra i tessuti profondi e nel sangue – attraverso situazioni accidentali come tagli, traumi o infezioni virali.

Sono più soggette alle infezioni da stafilococco aureo le persone immunocompromesse e chi utilizza dispositivi medici invasivi.

 

Quali sono i sintomi e le malattie associate a un’infezione da stafilococco aureo?

Le infezioni da stafilococco aureo possono rivelarsi attraverso vari sintomi e malattie, tra cui:

  • impetigine, eritema con bolle che scoppiano lasciando croste
  • foruncoli, folicolite e carbonchio
  • sindrome di Ritter-Lyell, che si presenta con febbre, secrezioni oculari e vesciche
  • osteomielite, che si presenta con febbre, andatura zoppicante e dolori alle ossa
  • artrite settica, con febbre, eritema, difficoltà di movimento e dolore alle articolazioni accompagnato da sensazione di calore
  • endocardite, con sensazione di malessere e febbre
  • polmonite
  • tromboflebite
  • cellulite.

 

Come si può curare un’infezione da stafilococco aureo?

In molti casi le infezioni da stafilococco aureo guariscono da sé, senza che vi sia bisogno di un trattamento medico. In altri casi però le infezioni della pelle devono essere drenate e può essere necessario assumere antibiotici.

Le infezioni più gravi, che sfociano ad esempio in polmoniti o infezioni del sangue, devono essere curate in ospedale e prevedono la somministrazione di antibiotici in vena.

 

Importante avvertenza

Le informazioni di questa scheda forniscono semplici indicazioni generali e non possono in nessun caso sostituirsi al parere del medico. In presenza di una situazione di malessere è sempre dunque consigliabile rivolgersi al proprio medico o recarsi al più vicino pronto soccorso.