Nasello

Il nasello è un pesce che appartiene alla famiglia Merlucciidae e che vive in acqua salata, in particolare nel Mediterraneo, nel mar Nero e nell’Oceano Atlantico orientale a una profondità dai 30 ai 100 metri.

La pesca viene effettuata in tutti i mesi dell’anno, per cui la sua presenza sui banconi delle pescherie è costante e continua.

Spesso viene chiamato “merluzzo”, anche se – pur discendendo dallo stesso ordine e avendo carni che si somigliano – non ha niente a che fare con quest’altro pesce visto che appartengono a famiglie, generi e specie differenti.

 

Quali sono le proprietà nutrizionali del nasello?

In 100 grammi di nasello c’è un apporto di circa 71 calorie, così ripartite: 96% proteine e 4% lipidi. La stessa quantità contiene, inoltre:

Tra gli aminoacidi più presenti ci sono la lisina, la leucina e gli acidi glutammico e aspartico.

 

Quando non bisogna mangiare nasello?

Non sono riscontrate possibili interazioni tra il consumo di nasello e l’assunzione di farmaci o altre sostanze.

 

Quali sono i possibili benefici del nasello?

La carne di nasello si presta a essere inserita nell’alimentazione di bambini e anziani perché è sana, nutriente e facilmente digeribile. Essendo ipocalorica è inoltre spesso inserita nelle diete che richiedono un basso apporto energetico.

Buono è il contenuto di proteine di alto valore biologico e di acidi grassi essenziali della famiglia degli omega 3.

La vitamina B3 protegge la pelle e facilita la digestione, il potassio aiuta a mantenere l’equilibrio idrico e la pressione sanguigna nella norma.

 

Quali sono le controindicazioni del nasello?

Il consumo di nasello non ha controindicazioni a meno che non ci sia presenza di allergia a questo pesce.

 

Disclaimer

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.