Fluorangiografia retinica

Che cos’è e a che cosa serve la fluorangiografia retinica?

La fluorangiografia retinica è l’esame con cui è possibile diagnosticare le patologie vascolari dell’occhio, come la retinopatia, la degenerazione senile della macula e le occlusioni vascolari.

In particolare, questo esame permette di valutare la velocità del sangue nella retina e nella coroide, oltre alla presenza di anomalie della parete dei vasi e la formazione di neovasi.

 

Come si svolge la fluorangiografia retinica?

La fluorangiografia retinica viene effettuata con uno strumento ottico, il retinografo con cui – dopo aver effettuato l’iniezione per via endovenosa di un colorante, la fluoresceina, che si diffonde lungo vasi sanguigni – vengono scattate alcune semplici fotografie.

I fotogrammi sono scattati in diversi tempi dopo l’iniezione del tracciante, con il paziente che viene invitato a spostare lo sguardo nelle varie direzioni così da rendere più agevole l’acquisizione delle immagini.

In presenza di anomalie vascolari si modifica la permeabilità della parete vascolare con conseguente diffusione del colorante dal vaso sanguigno nel tessuto circostante. Il colorante può evidenziare un accumulo di fluido all’interno della retina (edema) o una diffusione dello stesso in caso di formazione di nuovi vasi sanguigni indotta dal diabete o dalla degenerazione maculare.

 

Norme di preparazione alla fluorangiografia retinica?

La fluorangiografia retinica deve essere effettuata a digiuno, dopo che sia stato accertato che il paziente non sia allergico al colorante e sia in buone condizioni di salute.

 

La fluorangiografia retinica è dolorosa o pericolosa?

La fluorangiografia retinica non prevede alcun contatto con gli occhi del paziente e per questo è un esame non doloroso.

Un piccolo fastidio può essere avvertito quando l’infermiere esegue l’iniezione per inserire il colorante nella vena periferica. Situazioni di sensibilità alla luce possono invece essere legate all’acquisizione delle immagini con flash.

Durante l’esecuzione dell’esame è infine possibile avvertire un leggero senso di nausea. In questo caso è sufficiente avvertire lo specialista che sta eseguendo l’indagine che provvederà a trattare prontamente il disturbo.

 

Quanto dura la fluorangiografia retinica?

La durata della fluorangiografia retinica è di circa 10 minuti.

 

Area medica di riferimento per la fluorangiografia retinica

La fluorangiografia retinica in Humanitas a Bergamo viene eseguita dal Centro Oculistico di Humanitas Castelli Bergamo.