Ogni prestazione sportiva, anche quelle con carattere meno agonistico, richiede una serie attenzioni che vanno dalla preparazione fisica all’alimentazione.

All’aspetto alimentare non sempre viene dato il giusto peso. È un errore, perché un corpo ben nutrito è un corpo sano e forte, in grado di affrontare senza traumi il surplus di richiesta di energia che caratterizza qualsiasi attività sportiva, comprese anche le corse non competitive come la StraBergamo che andrà in scena il prossimo 23 settembre.

Con l’aiuto di Sabrina Oggionni, dietista dell’Ambulatorio di Nutrizione Clinica e Dietetica di Humanitas Gavazzeni Bergamo vediamo quali sono le otto regole alimentari da rispettare quando si fa sport.

Nutrire bene il proprio corpo

È la regola generale. Per le prestazioni non agonistiche non è necessario osservare strette e rigide diete, né fare ricorso a integratori. È semplicemente importante nutrire bene il corpo, seguendo i consigli che seguono.

Non dimenticare i carboidrati

Lo sforzo prolungato che dobbiamo compiere richiede un’energia che possiamo trarre, dal punto di vista alimentare, da pasta, riso e cereali, cibi ricchi di carboidrati complessi. Ma attenzione, i carboidrati devono essere assunti nelle giuste quantità, senza esagerare: dosi eccessive appesantiscono il corpo senza aumentare le riserve di glicogeno.

Mangiare cibi leggeri

Quando lo sforzo sportivo è prolungato per qualche ora è bene nutrire il corpo anche durante la prestazione. Ideali, in questo caso sono i cibi più leggeri – come ad esempio barrette a base di cereali o di frutta, succhi di frutta naturali o biscotti – che contengono carboidrati semplici, sono facilmente digeribili e forniscono una buona dose di energia immediata.

Stare attenti alla disidratazione

La sudorazione che caratterizza le prestazioni sportive, magari anche aumentata dalla temperatura esterna elevata, comporta una perdita di liquidi che deve essere compensata bevendo molta acqua. Il consiglio è quello di bere prima, durante e dopo lo sforzo, così da integrare acqua e sali minerali persi.

 

Clicca qui per scoprire le altre quattro regole alimentari per affrontare al meglio le corse non agonistiche.