Laringite

Che cos’è la laringite?

La laringite è un’infiammazione che colpisce la laringe e in particolare le corde vocali. L’infiammazione di queste ultime provoca un’alterazione del loro movimento e delle loro vibrazioni provocando disfonia (alterazione del tono vocale).

La laringe è anche contigua alla faringe, la struttura delle vie digestive superiori attraverso cuie il cibo viene incanalato verso le vie digestive inferiori. Per questo, in caso di laringite, si può avvertire anche dolore durante la deglutizione (odinofagia) e difficoltà a deglutire (disfagia).

 

Qual è il meccanismo che conduce alla formazione di una laringite?

La laringe è costituita da una struttura cartilaginea ricoperta da tessuti mucosi. L’irritazione della laringe determina la formazione di un essudato infiammatorio nel contesto della mucosa provocandone un rigonfiamento e un’iperemia, con una possibile conseguente sensazione di difficoltà a respirare (dispnea), a parlare (disfonia) e a deglutire (disfagia).

 

Quali sono le cause della laringite?

La laringite può essere provocata da infiammazioni derivanti dall’inalazione di sostanze chimiche volatili irritanti come il fumo di sigaretta, lo smog, l’utilizzo di solventi, ecc..

Alla base di una laringite possono esserci anche le secrezioni acide che risalgono dallo stomaco sottoforma di reflusso gastroesofageo, gli sforzi vocali compiuti in certe circostanze, come quando si tifa allo stadio, che possono affaticare le corde vocali provocandone l’irritazione, oppure anche la permanenza in ambienti con aria condizionata particolarmente fredda e secca. Altre cause meno comuni di laringite sono infezioni viralibatteriche o fungine.

 

Quali sono i sintomi della laringite?

I sintomi della laringite sono: alterazione del tono vocale, difficoltà a deglutire, difficoltà a respirare, febbremal di gola (laringodinia)otalgia riflessa e tosse.

 

Come può essere individuata la laringite?

La laringite viene diagnosticata nell’ambito della visita otorinolaringoiatrica, attraverso la laringoscopia indiretta, mediante l’utlizzo di uno specchietto laringeo introdotto nella cavità orale, oppure mediante una fibrolaringoscopia, esame che prevede l’utilizzo di un tubicino flessibile dotato di una microtelecamera che, introdotto attraverso il naso, percorre le vie aeree superiori, giungendo fino al piano delle corde vocali.

Ove lo ritenga necessario, lo specialista otorinolaringoiatra può predisporre anche l’esecuzione di un esame bioptico in narcosi.

 

Come si può curare la laringite?

In genere la laringite tende a risolversi senza alcun trattamento, in seguito a un periodo di riposo vocale e di allontanamento delle cause principali quali il fumo, un’alimentazione scorretta (utilizzo di alcoolici e di cibi grassi che scatenino un reflusso gastro-esofageo), esposizione a sbalzi termici (specialmente passaggio da ambiente esterno caldo a ambiente interno con aria condizionata).

In caso di laringite provocata da acidi gastrici dovuti a reflusso possono essere utilizzati, sotto indicazione del medico, farmaci che ne riducano la produzione e proteggano le vie aerodigestive superiori.

Solo in caso di infezioni batteriche accertate può essere previsto il ricorso ad antibiotici, mentre i corticosteroidi sono prescritti per ridurre il gonfiore – che provoca difficoltà di respirazione e deglutizione – conseguente all’infiammazione.

Per maggiori informazioni visitare l’area medica di riferimento