Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sulle nostre campagne promozionali e sull'uso dei nostri servizi da parte dell’utenza, per farti visualizzare contenuti pubblicitari in linea con le tue preferenze ed esigenze, questo sito usa cookie anche di terze parti. Chi sceglie di chiudere questo banner o di proseguire nella navigazione cliccando al di fuori di esso esprime il consenso all'uso dei cookie. Per saperne di più o per modificare le tue preferenze sui cookie consulta la nostra Cookie Policy
Stampa

Dispnea (mancanza di fiato)

Pubblicato in Sintomi e disturbi


Che cosa è la dispnea?

La dispnea è una difficolta a respirare che si può presentare come temporanea o cronica, graduale o improvvisa. In genere la dispnea si manifesta come un affanno o come una fastidiosa sensazione di non poter rifiatare.

Quali sono le cause della dispnea?

La dispnea può essere causata da stati di ansia o stress, o da varie patologie, tra le quali ci sono: allergie e intolleranze alimentari, allergie respiratorie, anemia, aneurisma aortico, angina pectoris, asma, botulismo, bronconeumopatia cronica ostruttiva, bronchite, cirrosi epatica, coronaropatia, embolia, embolia polmonare, enfisema, ernia iatale, fibrosi cistica, infarto al miocardio, insufficienza cardiaca, ipertrofia ventricolare, laringite, pleurite, polmonite, reflusso gastroesofageo, rinite, sifilide, sinusite, toxoplasmosi, tracheite, tumore del colon-retto, tumore della laringe, tumore del polmone, tumore della tiroide.

Quali sono i rimedi contro la dispnea?

La dispnea richiede una terapia differente a seconda che si tratti di una forma transitoria o persistente. Quando è derivazione di situazioni di ansia o stress può essere sufficiente rilassarsi, bere un bicchiere d’acqua e riposarsi per qualche minuto.

 

Se all’origine della dispnea ci sono fattori metabolici, può essere utile adottare sistemi di vita sani, prestando attenzione all’alimentazione e all’attività fisica.

 

Nelle altre situazioni occorre seguire le indicazioni del proprio medico.

Dispnea, quando rivolgersi al proprio medico?

Se la dispnea è improvvisa e non scompare dopo qualche minuto è necessario recarsi nel più vicino Pronto soccorso.

 

L’intervento di un medico è da prendere in considerazione quando la difficoltà respiratoria propria della dispnea aumenta nel tempo, quando il respiro si fa affannoso (almeno 40 respiri in un minuto), quando si è costretti – soprattutto se bambini o anziani – a sedersi per respirare o se si è in presenza di problemi di natura cardiaca.

 

L'OSPEDALE

Ospedale polispecialistico a Bergamo con aree specializzate per la cura di malattie cardiovascolari, tumorali, ortopediche e legate all’obesità con un centro diagnostico all’avanguardia

Campagne di prevenzione

"ComunicAnimare la salute", un innovativo progetto di promozione della salute in collaborazione con Bruno Bozzetto.

L'UNIVERSITA'

Humanitas Gavazzeni pone particolare attenzione verso le attività di didattica, formazione e ricerca.