Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sulle nostre campagne promozionali e sull'uso dei nostri servizi da parte dell’utenza, per farti visualizzare contenuti pubblicitari in linea con le tue preferenze ed esigenze, questo sito usa cookie anche di terze parti. Chi sceglie di chiudere questo banner o di proseguire nella navigazione cliccando al di fuori di esso esprime il consenso all'uso dei cookie. Per saperne di più o per modificare le tue preferenze sui cookie consulta la nostra Cookie Policy
Stampa

Cataratta

Pubblicato in Occhi

 

SINTESI

 

Che cos'è la cataratta?

La cataratta è un'opacizzazione del cristallino, la lente indispensabile per mettere a fuoco le immagini sulla retina che si trova dietro alla parte colorata dell'occhio, l'iride. È un problema tipicamente associato all'invecchiamento, ma che può colpire anche in giovane età e che può essere risolto con un intervento chirurgico.

 

In più del 95% dei casi la cataratta è associata all'invecchiamento e viene, perciò, detta senile. Le cataratte giovanili, invece, hanno un'origine congenita o possono essere causate da farmaci, traumi e malattie agli occhi o sistemiche.


Quali sono le cause della cataratta?

In genere l'opacizzazione è causata dall'aggregazione e dall'ossidazione delle proteine del cristallino, un processo noto e diffuso in tutto l'organismo che progredisce con l'invecchiamento. Per questo motivo il 90% degli individui di età superiore ai 75 anni soffre di cataratta. Altre possibili cause sono l'esposizione prolungata ai raggi ultravioletti, il diabete e il fumo.

Quali sono i sintomi della cataratta?

Il sintomo principale è l'annebbiamento progressivo, a volte con abbagliamento alla luce frontale, sdoppiamento delle immagini e talvolta un iniziale curioso miglioramento della vista. Pertanto è consigliata una visita oculistica periodica oltre i 60 anni di età, anche in assenza di sintomatologia specifica.

DIAGNOSI


Diagnosi della cataratta

Le metodiche utilizzate per diagnosticare la Cataratta sono: esame biomicroscopico completo con lampada a fessura ed esame completo della refrazione e della acutezza visiva.

 

Se lo specialista ipotizza di intervenire chirurgicamente per curare questa malattia dell’occhio, possono essere prescritti altri esami quali:

  • ecobiometria;
  • biomicroscopia dell'endotelio corneale;
  • ecografia bulbare;
  • eventuali esami retinici (fluorangiografia - tomografia OCT);
  • topografia e tomografia corneale;
  • campimetria computerizzata e pachimetria corneale;
  • valutazione della motilità con visita ortottica.

TRATTAMENTI


L’intervento chirurgico della cataratta viene eseguito quando la vista appare molto offuscata a causa della progressiva opacizzazione del cristallino. La soluzione chirurgica è l’unica in grado di guarire una cataratta, non esiste infatti alcuna cura farmacologica in grado di far regredire questa patologia dell’occhio.

 

L’intervento chirurgico della cataratta viene svolto in regime di MAC (Macroattività ambulatoriale ad alta complessità assistenziale), mediante anestesia topica, eseguita inserendo gocce di anestetico direttamente sulla superficie oculare.

 

Per avere maggiori informazioni sull’intervento chirurgico della cataratta, clicca qui.

 

MEDICI


Area medica di riferimento

Per saperne di più sull'equipe che cura la cataratta, vedi il Centro Oculistico di Humanitas Gavazzeni.

 


 

L'OSPEDALE

Ospedale polispecialistico a Bergamo con aree specializzate per la cura di malattie cardiovascolari, tumorali, ortopediche e legate all’obesità con un centro diagnostico all’avanguardia

Campagne di prevenzione

"ComunicAnimare la salute", un innovativo progetto di promozione della salute in collaborazione con Bruno Bozzetto.

L'UNIVERSITA'

Humanitas Gavazzeni pone particolare attenzione verso le attività di didattica, formazione e ricerca.