Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sulle nostre campagne promozionali e sull'uso dei nostri servizi da parte dell’utenza, per farti visualizzare contenuti pubblicitari in linea con le tue preferenze ed esigenze, questo sito usa cookie anche di terze parti. Chi sceglie di chiudere questo banner o di proseguire nella navigazione cliccando al di fuori di esso esprime il consenso all'uso dei cookie. Per saperne di più o per modificare le tue preferenze sui cookie consulta la nostra Cookie Policy
Stampa

Ginocchio

Pubblicato in Anatomia


Che cos’è il ginocchio?

Il ginocchio è l’articolazione della gamba formata dall’incontro di tre ossa: il femore, la tibia e la rotula.

 

Si tratta di un’articolazione molto resistente e forte, così da permetterle di sostenere il peso del corpo, oltre che sufficientemente mobile, tanto da permettere i movimenti alla parte inferiore della gamba, indispensabili per camminare, correre e mantenere la posizione eretta del corpo.


Com’è fatto e come funziona il ginocchio?

Delle tre ossa che si incontrano nell’articolazione del ginocchio due – femore e tibia – lo fanno con la loro estremità superiore. La terza, la rotula, è invece collocata davanti al femore.

 

Su tutte le superfici delle ossa è presente un sottile strato di cartilagene che ha la funzione di evitare si verifichino fastidiosi e pericolosi attriti durante il movimento.

 

Tra tibia e femore è anche presente il menisco, un’altra struttura fibrocartilaginea che evita che le ossa vengano a diretto contatto tra loro durante le attività di movimento, assorbendo gli shock in caso di corsa o di salti.

 

Le ossa del ginocchio sono inoltre circondate da una capsula contenuta nella membrana che è responsabile del liquido sinoviale, quello che assicura la corretta lubrificazione dell’articolazione.

 

Questa capsula è connessa ai legamenti che rafforzano il ginocchio, lo mantengono in posizione e garantiscono il corretto posizionamento delle ossa. Sono:

  • il legamento patellare, che mantiene in posizione la rotula estendendosi dal suo bordo inferiore fino alla tibia
  • i legamenti poplitei, obliquo e arcuato, che uniscono tibia e perone
  • i legamenti collaterali: che si differenziano in mediale e laterale (che connettono femore e tibia impedendo che il ginocchio si muova di lato verso l’interno o l’esterno del corpo) e crociato (che si suddivide in anteriore, che impedisce l’eccessiva estensione del ginocchio, e posteriore che impedisce alla tibia di muoversi posteriormente rispetto al femore).

 

Altre strutture che contribuiscono a proteggere il ginocchio da attriti e traumi esterni sono le formazioni di tessuto adiposo che assorbono le forze esterne e riducono l’attrito tra le ossa e le “borse”, piccoli sacchetti che contengono a loro volta liquidi lubrificante.

Qual è la funzione del ginocchio?

Il ginocchio è l’articolazione che permette la flessione e l’estensione della parte inferiore della gamba rispetto a quella superiore. Ha un raggio di movimento di circa 120 gradi e, quando flesso, consente di effettuare rotazioni sia verso l’interno sia verso l’esterno.

 

L'OSPEDALE

Ospedale polispecialistico a Bergamo con aree specializzate per la cura di malattie cardiovascolari, tumorali, ortopediche e legate all’obesità con un centro diagnostico all’avanguardia

Campagne di prevenzione

"ComunicAnimare la salute", un innovativo progetto di promozione della salute in collaborazione con Bruno Bozzetto.

L'UNIVERSITA'

Humanitas Gavazzeni pone particolare attenzione verso le attività di didattica, formazione e ricerca.