Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sulle nostre campagne promozionali e sull'uso dei nostri servizi da parte dell’utenza, per farti visualizzare contenuti pubblicitari in linea con le tue preferenze ed esigenze, questo sito usa cookie anche di terze parti. Chi sceglie di chiudere questo banner o di proseguire nella navigazione cliccando al di fuori di esso esprime il consenso all'uso dei cookie. Per saperne di più o per modificare le tue preferenze sui cookie consulta la nostra Cookie Policy
Stampa

Articolazioni mobili

Pubblicato in Anatomia


Che cosa sono le articolazioni mobili?

Le articolazioni mobili, dette anche diartrosi, sono le strutture complesse che consentono la contiguità tra due o più superfici ossee deputate al movimento, come il ginocchio, l'anca e il gomito.

 

La loro struttura prevede che le superfici articolari siano lisce, ricoperte da una cartilagine e racchiuse in quella che viene chiamata “capsula articolare”.

 

La capsula articolare ha una forma di manicotto ed è costituita all’esterno da una membrana fibrosa e all’interno da una membrana sinoviale che secerne e riassorbe il liquido sinoviale che ha la funzione di mantenere lubrificata l’articolazione.


Qual è la funzione delle articolazioni mobili?

Le articolazioni mobili sono le articolazioni deputate al movimento del corpo. A questo proposito sono strutturate in modo tale da consentire ampi movimenti alle ossa e ai muscoli conivolti nell’articolazione.

 

Le superfici articolari delle articolazioni mobili possono assumere varie forme – sferiche, piatte, ellissoidali – e in genere si abbracciano l’una con l’altra.

 

 

L'OSPEDALE

Ospedale polispecialistico a Bergamo con aree specializzate per la cura di malattie cardiovascolari, tumorali, ortopediche e legate all’obesità con un centro diagnostico all’avanguardia

Campagne di prevenzione

"ComunicAnimare la salute", un innovativo progetto di promozione della salute in collaborazione con Bruno Bozzetto.

L'UNIVERSITA'

Humanitas Gavazzeni pone particolare attenzione verso le attività di didattica, formazione e ricerca.