Quali sono i maggiori fattori di rischio cardiovascolare?

Rispondono a questa domanda gli specialisti del Centro Cardio di Humanitas Gavazzeni Bergamo.

«Le principali condizioni che possono provocare malattie cardiovascolari sono:

  • il diabete mellito,
  • l’ipercolesterolemia,
  • l’ipertensione,
  • l’età (con l’aumentare degli anni le malattie vascolari aumentano),
  • il fumo
  • la familiarità, cioè la presenza in famiglia, tra i parenti più stretti, di persone colpite da malattie vascolari in età relativamente giovane.

Ci sono inoltre altre situazioni come l’obesità, il sovrappeso, la vita troppo sedentaria che possono predisporre a questo tipo di malattia, che è la più diffusa nelle società occidentali.

Esistono dunque fattori di rischio naturali e fattori di rischio acquisiti. L’avere uno di questi fattori di rischio non significa sviluppare di sicuro la patologia cardiovascolare. È logico però che più se ne assommano, più è facile svilupparla.

Per quanto riguarda i sessi, si registra una differenza tra uomo e donna relativa all’età media in cui si sviluppa questo tipo di malattia: le donne si ammalano cinque/dieci anni dopo rispetto agli uomini.