Sabato 21 luglio 2018 le apparecchiature radiologiche di Humanitas Gavazzeni sono entrate in funzione per un paziente particolare, il dipinto “Resurrezione di Cristo” di Andrea Mantegna.

Su richiesta dell’Accademia Carrara di Bergamo, infatti, lo staff della Diagnostica per Immagini di Humanitas Gavazzeni, coordinato dal responsabile dottor Enzo Angeli, ha effettuato una radiografia e una tomografia computerizzata sulla tavola in legno di pioppo su cui è stata dipinta la “Resurrezione di Cristo”, opera datata 1492 che nel maggio scorso è stata attribuita dal curatore dell’Accademia Carrara, Giovanni Valagussa, al grande pittore Andrea Mantegna.

Gli esami sono stati eseguiti in vista del restauro della tavola: le immagini elettroniche ottenute da questi esami permetteranno infatti di fornire le maggiori e più dettagliate informazioni possibili per i lavori di pulitura e restauro che seguiranno.

«Per noi è un’esperienza nuova – ha sottolineato il dott. Angeli – per cui ci siamo esercitati nei giorni scorsi su alcuni dipinti del Cinquecento. L’intensità dei raggi utilizzata è stata particolarmente bassa perché quello di oggi è per noi un paziente particolarmente sottile – circa 7-8 millimetri di spessore –. Non esistono infatti parti umane così fini, forse solo il dito mignolo può essere paragonato come dimensione a quanto analizzato oggi».

La radiografia, per capire dove intervenire con il restauro

L’indagine radiografica ha permesso di indagare la tecnica usata dal pittore e ha consentito di evidenziare le parti su cui sarà necessario intervenire con più attenzione nel restauro.

Grazie alla tecnica digitale utilizzata in Humanitas Gavazzeni, che permette la pesatura dei raggi emessi e ottimizza l’elaborazione delle immagini in post processing, la tavola è stata analizzata e fotografata in trasparenza, azione che permetterà di studiare, insieme al supporto in legno, anche la parte più strettamente pittorica, evidenziando i singoli strati pittorici presenti.

La tomografia, per ricostruire il dipinto in 3D

Con la tomografia computerizzata la tavola con il dipinto è stata “tagliata” in 1.300 sottilissime fette così da ottenere una ricostruzione 3D del supporto ligneo utilizzato dal Mantegna ed evidenziare le irregolarità e le possibili tarlature dell’interno del supporto in legno, verificando anche la presenza e la morfologia di eventuali parti metalliche.

Nel corso dell’esame sono stati evidenziati precedenti interventi di pulitura che in alcuni casi, come quello del viso del Cristo, hanno lasciato segni definitivi sull’opera asportando o modificando il colore depositato sulla tavola con le pennellate originali.

Gli apparecchi di Humanitas Gavazzeni per la tomografia computerizzata sono di ultima generazione e sono dotati di un sistema di imaging in grado di evidenziare anche i più piccoli dettagli, ottimizzando tempi e qualità delle diagnosi, con una riduzione delle dosi di radiazione fino al 40% rispetto ai macchinari meno avanzati (fattore molto importante quando si eseguono gli esami sulle persone).

«La tavola sarà restaurata entro la fine del 2018 – afferma Maria Cristina Rodeschini, Direttrice dell’Accademia Carrara –. L’obiettivo del 2019 sarà invece quello di ricongiungerla con l’altro dipinto di Mantegna “Discesa di Cristo al Limbo” visto che in origine le due opere, come abbiamo scoperto pochi mesi fa, erano le due parti di un unico dipinto del grande pittore veneto».

(nella foto di Gianfranco Rota, da sinistra: Giovanni Valagussa, conservatore dell’Accademia Carrara, Enzo Angeli, primario U.O. Radiologia di Humanitas Gavazzeni e Maria Cristina Rodeschini, direttrice dell’Accademia Carrara).

 

La notizia è stata battuta da:

Rai 3, TGR Lombardia
https://www.rainews.it/tgr/lombardia/index.html?/tgr/video/2018/07/ContentItem-ee50711b-56b6-4825-97f4-faefdfe5e5b2.html (minuto 13)

Bergamo Tv
https://www.bergamotv.it/bgtv/bergamo-tg/bergamo-tg-592/SI_SPBEBTV2039076/ (minuto 4.20)

Corriere della sera – domenica 22 luglio 2018
Tac e radiografia sul Mantegna. «Ora siamo pronti al restauro»

Corriere della sera, ed. Bergamo – domenica 22 luglio 2018
Mantegna, Tac e radiografia e ora il restauro alla Carrara

QN Il Giorno – domenica 22 luglio 2018
Mantegna svelato. I segreti del pittore mostrati ai raggi X

L’Eco di Bergamo – domenica 22 luglio 2018
1) Mantegna. Tac e raggi X svelano i segreti del dipinto
2) E ora si lavora per riunire le due opere separate da secoli

Corriere.it
Tac e radiografia sul Mantegna. «Ora siamo pronti al restauro»
https://www.corriere.it/cronache/18_luglio_22/tac-radiografia-mantegna-f306b150-8d19-11e8-a028-9f549fd88b33.shtml

Sky Tg 24
Radiografie e scansioni 3D per studiare l’opera di Mantegna ritrovata
https://tg24.sky.it/cronaca/2018/07/22/resurrezione-mantegna-analisi-humanitas.html

ecodibergamo.it
Mantegna. Tac e raggi X svelano i segreti del dipinto
https://www.ecodibergamo.it/stories/bergamo-citta/mantegna-tac-e-raggi-x-svelanoi-segreti-del-dipinto-ritrovato_1285113_11/

Bergamo News
Il restauro del Mantegna ritrovato: si parte con le indagini scientifiche alla Gavazzeni
https://www.bergamonews.it/2018/07/22/restauro-del-mantegna-ritrovato-si-parte-le-indagini-scientifiche-alla-gavazzeni/287175/

Bergamo Post
Hanno fatto la Tac al Mantegna (tranquilli, se la passa bene)
http://www.bergamopost.it/pensare-positivo/han-la-tac-al-mantegna-tranquilli-la-passa-bene/