Uno dei simboli della stagione autunnale e invernale – e non solo della notte di Halloween – è di sicuro la zucca, ortaggio che proviene dall’America Centrale e che appartiene alla famiglia delle cucurbitacee come la zucchina, il cetriolo, il melone e il cocomero.

Dal punto di vista nutrizionale la zucca, la cui maturazione inizia a settembre e si prolunga fino al mese di febbraio, rappresenta un alimento capace di assicurare molti benefici al nostro organismo, come sottolinea la dottoressa Sabrina Oggionni, dietista dell’Ambulatorio di Nutrizione Clinica e Dietetica di Humanitas Gavazzeni Bergamo.

Quali sono le proprietà nutrizionali della zucca?

«La zucca è un alimento ricco di betacarotene (provitamina A), grazie alla sua caratteristica polpa di spiccato colore arancione. Non mancano altre vitamine, come la vitamina C, mentre il contenuto di calorie – e anche questo è un aspetto positivo, dovuto al fatto che la zucca è composta al 95% di acqua – è particolarmente basso. Anche i grassi sono molto pochi, così come le proteine. Leggermente più alta, ma sempre a livelli accettabili, la percentuale di carboidrati».

Quali benefici può apportare la zucca al nostro organismo?

«Una caratteristica della zucca è quella di essere ricca di fibre, elementi essenziali per il corretto funzionamento del nostro intestino. Dolce al punto giusto, tanto che può essere mangiata anche da chi soffre di diabete, la zucca ha inoltre un buon effetto saziante, non è ingrassante ed è facile da digerire. Il suo contenuto di vitamine e antiossidanti la rendono inoltre ottima per rafforzare il nostro sistema immunitario e ritardare l’invecchiamento del nostro organismo».

Qual è il miglior modo per cucinare la zucca senza perderne le caratteristiche nutrizionali positive?

«La cosa migliore da fare è cuocere la polpa a vapore o bollirla per inserirla in zuppe o minestroni. Ma anche la cottura al forno può andare bene. La polpa può anche essere tagliata a pezzetti e fatta saltare in padella con un po’ di olio, sale, pepe e rosmarino per farne un contorno saporito. Infine, la zucca può essere utilizzata anche per preparare torte dolci o salate. In questo ultimo caso meglio comunque non eccedere con le porzioni e accontentarsi di una fetta di media dimensione».

Un piatto consigliato per l’inverno a base di zucca?

«Ce ne sono tanti, dovendo sceglierne uno dico la vellutata di zucca, un primo piatto serale capace anche di scaldare il nostro organismo con l’arrivo dei primi freddi».