All’Humanitas Medical Care di Trezzo sull’Adda c’è la possibilità, oltre che di sottoporsi alle classiche analisi di laboratorio, di effettuare visite ed esami di varie specialità mediche.

Per esempio di ginecologia, come ci spiega la dottoressa Daniela Cavallini, responsabile dell’Ambulatorio di Trezzo sull’Adda oltre che specialista che presta la sua opera in Humanitas Gavazzeni Bergamo.

Qual è l’offerta del Medical Care di Trezzo sull’Adda dal punto di vista ginecologico?

«Per quanto riguarda il settore di mia competenza, a Trezzo sull’Adda è possibile effettuare la visita ginecologica con il pap-test e l’ecografia transavaginale. Dal punto di vista della prevenzione, poi, nel nostro Medical care è possibile sottoporsi al test per il papilloma virus».

In generale, quando è consigliabile sottoporsi a una visita ginecologica?

«È importante andare dal ginecologo ogni volta che sorge un problema, bisogna evitare di portare avanti situazioni che potrebbero degenerare. Ma un confronto regolare con il ginecologo è consigliato indipendentemente dalla presenza di sintomi e a tutte le età: quando si è giovani, nell’età fertile e nell’età della menopausa, quando la donna entra in crisi perché vive grandissime difficoltà dovute ai cambiamenti fisici e ormonali che la caratterizzano».

Le donne in età matura sanno in genere quanto sia fondamentale controllare con regolarità la loro salute dal punto di vista ginecologico. Come si comportano, invece le donne di età più giovane?

«La donna, rispetto all’uomo è più responsabile dal punto di vista della prevenzione e del controllo della propria salute. Io visito molte giovani donne, di età compresa tra i 20 e i 25 anni, che mostrano di avere bisogno di un Centro di riferimento, un medico di fiducia che sappia ascoltarle e risolvere le loro problematiche. Spesso vanno in difficoltà e non sanno bene come comportarsi, hanno bisogno di essere accolte e seguite e da questo punto di vista è importante che dall’altra parte ci sia qualcuno che sia davvero in grado di farlo».

E le più giovani, quando e perché si devono rivolgere a un ginecologo?

«Penso che per le ragazze dai 17 anni in su il ginecologo debba essere un punto di riferimento anche solo per togliersi dei dubbi, fare una chiacchierata, avere informazioni su temi importanti come gli anticoncezionali, le malattie sessualmente trasmissibili, ecc. Molte ragazze si rivolgono a me con richieste di questo tipo e io sono davvero felice quando posso dare loro risposte in grado di aiutarle. Alle mamme che mi portano figlie minorenni io chiedo sempre se cortesemente, durante la visita, possono uscire dall’ambulatorio così da lasciarle sole a gestire liberamente le loro domande, i loro dubbi, le loro ansie. Questo le rende molto più serene e facilita il mio lavoro perché posso venire loro incontro con più naturalezza e chiarezza su molti argomenti. Per questo, le mamme che preferisco sono quelle che mi dicono: “Guardi, mia figlia ha un problema, io l’ho accompagnata solo perché l’ha voluto lei, ma ora me ne resto fuori ad aspettare…”».

Prenotazioni

E’ possibile prenotare chiamando il numero 035.4204500 da lunedì a venerdì dalle 9 alle 17.