Nel corso delle festività di fine anno la pelle del viso può apparire particolarmente stressata da un ritmo del sonno alterato, da cibi e bevande assunte in grande quantità e da esposizioni climatiche non esattamente favorevoli (smog e freddo). Tutte queste condizioni contribuiscono a dare al nostro volto un aspetto stanco, pallido e opacizzato.

È proprio l’affaticamento psicofisico, in effetti, il principale responsabile della pelle grassa. Un problema che, per fortuna, può essere contrastato con vari rimedi, come suggerisce la dottoressa Marzia Baldi, responsabile dell’Ambulatorio di Dermatologia di Humanitas Gavazzeni Bergamo: «Il make-up contribuisce ad attenuare le imperfezioni: impiegando prodotti a base di polveri minerali si ha da una parte la possibilità di assorbimento del grasso in eccesso e dall’altra la capacità di non occludere i pori, consentendo in tal modo alla pelle di “respirare”».

Inoltre, aggiunge la dermatologa, «la pelle del viso va ripulita a fondo con del micropeeling agli acidi fruttati, per esempio, che sono profondi ma non aggressivi. Le maschere idratanti, infine, sono importanti per ridonare alla pelle la giusta quantità di acqua e la conseguente luminosità».

Contro la cellulite, massaggi linfodrenanti

«Ma non è solo una questione di viso – conclude la dottoressa Baldi –. Per quanto riguarda il corpo rammentiamo che il movimento limitato può provocare un’alterazione del microcircolo, il primo responsabile del formarsi della cellulite. In questi casi la cosa migliore da fare è sottoporsi a massaggi linfodrenanti, che sono ottimi per riattivare la circolazione linfatica, responsabile dello smaltimento delle tossine all’interno dell’organismo.