Ogni cibo che passa attraverso la nostra bocca può intaccare la salute dei nostri denti. Per questo è necessario lavarli con costanza, ma anche con attenzione.

Lavare bene i denti è fondamentale per il mantenimento della loro salute.

Una regola semplice che tutti conosciamo fin da bambini ma che, nonostante questo, non sempre rispettiamo e applichiamo nel giusto modo.

Ed è un peccato, perché dal punto di vista della prevenzione è una delle più efficaci misure per mantenere in buona condizione la nostra bocca, come sottolineano gli specialisti del Centro Odontoiatrico di Humanitas Gavazzeni Bergamo.

 

Tutti sanno che i denti devono essere lavati. Ma molti si dimenticano con quale frequenza sia corretto farlo…

«È vero. Purtroppo ancora troppe persone credono che, dal momento che la loro dentatura è sana, sia sufficiente usare spazzolino e dentifricio due volte a giorno, la mattina dopo colazione e la sera prima di andare a dormire. È un errore grave, perché i denti dovrebbero essere lavati dopo ogni pasto o spuntino. Non dobbiamo infatti dimenticare che ogni cibo che mettiamo in bocca favorisce la formazione, seppur in piccola quantità, di batteri che attaccano i denti e iniziano a lavorare sulla formazione della carie».

 

Dunque, è essenziale lavare i denti più volte al giorno. Quanto deve durare ogni lavaggio?

«Almeno 2 o 3 minuti, il tempo necessario per coinvolgere nella pulizia tutti i denti, sia la parte anteriore sia quella posteriore. L’obiettivo del lavaggio è intaccare la placca batterica che si è formata sui denti, oltre che eliminare i residui di cibo che possono contribuire a svilupparla. Per ottenere al meglio questo risultato non bisogna dimenticare di fare uso anche del filo interdentale, che è l’unico mezzo con cui si riesce a eliminare la placca che si va a posizionare tra dente e dente».

 

Alcuni cibi contribuiscono più di altri alla formazione della carie. Quali sono quelli da preferire se si vuole mantenere i propri denti in salute?

«Come è risaputo, i peggiori nemici dei denti sono gli alimenti che contengono zuccheri, perché questi aiutano la carie ad aderire più tenacemente alla loro superficie. Amici dei denti, invece, sono i cibi ricchi di vitamina C, vitamina A e vitamina D, e minerali essenziali (calcio, fosforo, potassio, sodio, ferro e magnesio), la verdura e la frutta. Insomma, tutti quei cibi che rientrano a pieno titolo nel concetto di “mangiare sano”».