Carcinoma del colon: vecchi e nuovi farmaci per nuovi scenari molecolari” è il titolo del congresso in programma sabato 14 marzo al Centro Congressi di Bergamo, via Papa Giovanni XXIII 106, dalle ore 9 alle 18, organizzato da Humanitas Gavazzeni con la direzione scientifica di Giordano Beretta, responsabile dell’Oncologia medica di Humanitas Gavazzeni.

Il congresso, accreditato ECM e gratuito, si rivolge ai medici di Medicina Generale e agli specialisti, oncologi e anatomopatologi.

“Nel corso degli ultimi anni lo scenario del trattamento del carcinoma del colon metastatico è profondamente cambiato in considerazione dell’acquisizione di nuove conoscenze di  biologia molecolare, della disponibilità di farmaci a bersaglio molecolare, della possibilità di modulare la strategia terapeutica sulla base proprio dei dati ricavati dalla biologia molecolare – afferma il dottor Giordano Beretta -. È quindi fondamentale imparare a selezionare i pazienti correttamente in modo da fornire ad ognuno la migliore terapia possibile per quel particolare paziente”.

La determinazione dei marcatori predittivi e prognostici diventa perciò fondamentale e appare necessario individuare il momento della ricerca degli stessi e la modalità di

determinazione più corretta. “Una volta disponibili i dati di tali analisi è importante definire quale sia il loro corretto ruolo nella scelta della strategia terapeutica sulla base

anche delle caratteristiche cliniche del paziente, che può presentare problematiche di fragilità – aggiunge il responsabile dell’Oncologia medica di Humanitas Gavazzeni – , al fine di consentire il migliore impiego dei trattamenti disponibili e consentire a tutti i pazienti di accedere al maggior numero di possibili linee terapeutiche e farmaci nel corso della sua storia di malattia, per poter migliorare l’outcome”.

L’OBIETTIVO DEL CONGRESSO

Il congresso, avvalendosi della partecipazione di esperti nazionali (come Carlo Barone, Filippo De Braud, Carmine Pinto, Salvatore Siena, Alberto Zaniboni) si pone l’obiettivo di fornire ai partecipanti competenze aggiornate sulla selezione bio-molecolare,

sull’analisi delle evidenze della letteratura, sui trattamenti medici, non trascurando aspetti controversi come il trattamento di mantenimento o le pause terapeutiche che potrebbero

consentire di ottimizzare anche la qualità della vita ma di cui i dati in letteratura non danno risposte certe.

Nella tavola rotonda conclusiva si cercherà, in modo interattivo con i partecipanti, di analizzare gli aspetti di comunicazione con il paziente particolarmente alla luce delle nuove conoscenze molecolari e della disponibilità di farmaci potenzialmente attivi ma non rimborsabili dal sistema sanitario, con tutti gli aspetti etici che ciò può comportare.

PER ISCRIVERSI AL CONGRESSO 

Per iscriversi al congresso, la cui partecipazione è gratuita, è necessario inviare la scheda di adesione attraverso una delle seguenti modalità: compilazione della scheda di adesione on-line su sito www.humanitasedu.it; via e-mail all’indirizzo formazione.ecm@gavazzeni.it; via fax al numero 035.4204919. Per informazioni, tel.035.4204919.