Tampone cervicale

Che cos’è il tampone cervicale?

ll tampone cervicale è la raccolta di campioni di materiale della zona della cervice uterina effettuata per mezzo di uno speculum, cioè di uno strumento che viene delicatamente introdotto nella vagina per divaricarne le pareti e che permette di osservare bene dall’esterno il collo dell’utero.

Il materiale prelevato viene “strisciato” immediatamente su un vetrino, mentre un’altra parte viene seminata in contenitori appositi e inviata al laboratorio per l’analisi.

 

A che cosa serve il tampone cervicale?

ll tampone cervicale serve a diagnosticare diversi disturbi, come le infezioni date da clamydiamicoplasma o altri microrganismiche, se trascurate, possono portare all’insorgenza di malattie più serie dell’apparato genitale femminile.

 

Durata del tampone cervicale

L’esecuzione del tampone cervicale richiede pochi minuti, quelli necessari a effettuare un prelievo.

 

Norme di preparazione del tampone cervicale

È bene non eseguire lavande vaginali interne nelle 24 ore precedenti il tampone cervicale, né utilizzare specifiche creme vaginali.

L’assunzione di qualsiasi terapia antibiotica va sospesa almeno 7 giorni prima dell’esame.

 

Controindicazioni al tampone cervicale

Non si effettua il tampone cervicale nelle donne in gravidanza.

 

Area medica di riferimento per il tampone cervicale

Per avere maggiori informazioni sul tampone cervicale, vedi l’Ambulatorio di Ginecologia e Ostetricia e l’Unità Operativa di Analisi Cliniche di Humanitas Gavazzeni Bergamo.