Colposcopia

Che cosa è la colposcopia?

La colposcopia è l’esame con cui si indaga l’anatomia dei tessuti dei genitali femminili. Attraverso un potente ingrandimento ottico, permette di evidenziare la presenza, in particolare nella cervice uterina, di lesioni pre-neoplastiche.

 

A che cosa serve la colposcopia?

La colposcopia serve a verificare l’esistenza di eventuali anomalie delle cellule dell’utero che siano già state evidenziate con un precedente esame del pap-test. Viene anche disposta in presenza di dolori pelvici o di sanguinamenti della vagina.

 

Come si svolge la colposcopia?

Durante la colposcopia la paziente assume la posizione ginecologica così da consentire al medico specialistico lo studio della cervice uterina attraverso l’utilizzo di uno strumento simile a un binocolo, chiamato colposcopio.

L’esame è indolore. È possibile avvertire un leggero disturbo nel caso in cui il medico decida di effettuare una biopsia, prelevando una piccola porzione di cervice uterina.

 

Durata della colposcopia

La durata della colposcopia è mediamente di 15-20 minuti.

 

Norme di preparazione della colposcopia

L’effettuazione della colposcopia non richiede alcun tipo di preparazione specifica. Solo, nelle 24 ore precedenti l’esame occorre evitare di avere rapporti sessuali o di utilizzare creme o tamponi vaginali.

 

Controindicazioni della colposcopia

Per eseguire la colposcopia il medico può utilizzare alcuni liquidi – , in genere soluzioni iodate o acido acetico – che permettano di evidenziare meglio le eventuali anomalie delle cellule. È necessario dunque verificare che non vi siano allergie a queste sostanze.

Questo esame non può essere eseguito in presenza di ciclo mestruale o di forti infiammazioni o distrofia alla mucosa vaginale.

 

Area medica di riferimento per lo colposcopia

Per ulteriori informazioni sulla colposcopia, vedere l’Unità Operativa di Ginecologia e Ostetricia di Humanitas Gavazzeni Bergamo.