Al dottor Vittorio Vavassori, responsabile dell’Unità Operativa di Radioterapia di Humanitas Gavazzeni Bergamo è stata posta questa domanda sul settimanale “Viversani & Belli” in edicola lo scorso 1° giugno 2018:

 

A gennaio mi è stata asportata una parte del seno e ho dovuto fare 30 sedute di radioterapia. Quando potrò ricominciare a prendere il sole?

 

«L’effetto collaterale più frequente dell’irradiazione della mammella – la risposta del dottor Vavassori – è l’arrossamento della cute, che può ulteriormente complicarsi con la disepitelizzazione, cioè con la perdita della pelle.

Tale sintomo, in genere regredisce nel giro di alcune settimane dal termine del trattamento, ma la cute resta sensibile a ulteriori danni prodotti dall’esposizione al sole: l’infiammazione può riaccendersi anche a distanza di tempo, aumentando il rischio di sviluppare tumori della pelle.

Questo non vuol dire negarsi del tutto il sole – conclude lo specialista – che è importante per stimolare la produzione di vitamina D. È consigliabile, però, non prenderlo nella zona irradiata almeno per l’estate successiva al trattamento e poi seguire le norme di buon senso, evitando esposizioni selvagge».