Tumori della pelle

Che cosa sono i tumori della pelle?

Tra i tumori delle pelle, i melanomi meritano particolare attenzione perché sono più aggressivi delle altre neoplasie cutanee. Il melanoma può insorgere su nei preesistenti ma anche sulla cute senza nevi.

Il melanoma si sviluppa generalmente attorno ai 45-50 anni anche se l’età di insorgenza tende sempre più ad abbassarsi: la sua diffusione è in crescita in tutto il mondo anche se il più diffuso tumore della pelle resta il carcinoma basocellulare (almeno 50 volte superiore a quella dei melanomi) insieme al carcinoma spinocellulare che si sviluppano però in età più avanzata (sopra i 50 anni).

Una delle cause principali dei tumori cutanei non-melanocitari (carcinomi basocellulari e spinocellulari) è l’eccessiva esposizione della pelle al sole.

Fin dall’infanzia bisogna usare moderazione e buon senso per evitare danni cronici da una non corretta foto esposizione. I tumori della pelle, se riconosciuti in tempo, possono essere curati e, nella gran parte dei casi, risolti.

 

Come possono essere individuati i tumori della pelle?

La mappatura dei nei è oggi un supporto fondamentale per la diagnosi di un eventuale tumore della pelle e per la valutazione nel tempo di lesioni pigmentate o non pigmentate della cute. Per una corretta diagnosi clinica è necessario controllare la cute e le mucose visibili con il paziente spogliato e con un’adeguata illuminazione.

Esistono inoltre tecnologie non invasive e indolori in grado di migliorare la capacità diagnostica dello specialista, come la dermatoscopia in epiluminescenza. Questa tecnica prevede l’utilizzo di un piccolo strumento ottico manuale, il dermatoscopio, che ha una lente in grado di fornire ingrandimenti compresi tra 10 e 20 volte. È oggi dimostrato come la dermatoscopia incrementi la capacità di riconoscere una lesione sospetta rispetto alla semplice visione a occhio nudo, dal 70% al 92% dei casi, permettendo diagnosi sempre più precoci.

La mappatura nei è quindi la visione dell’intero mantello cutaneo con l’ausilio della dermatoscopia in epiluminescenza che permette di salvare, con opportuni sistemi computerizzati, le immagini delle lesioni. Tali immagini possono essere, dietro un’accettazione di consenso, condivise con il medico curante ma anche consegnate allo stesso paziente in formato elettronico, per permettere anche il controllo e il confronto delle lesioni dubbie nel tempo e da parte di altri specialisti.

 

Come si possono curare i tumori della pelle?

In caso di lesioni dubbie o sospette, su consiglio dello specialista, si esegue, in anestesia locale, l’asportazione chirurgica della lesione e successivo esame istologico della stessa. Nella maggior parte dei casi l’intervento è in regime ambulatoriale; solo in casi selezionati o per co-morbilità del paziente può essere eseguito in regime di day hospital.

 

Per maggiori informazioni visitare l’area medica di riferimento