La lombalgia è il dolore che riguarda la parte della colonna vertebrale che corrisponde alla zona lombare. In genere è provocato da carichi e sforzi eccessivi per la colonna, movimenti ripetuti in flessione-rotazione del busto o posizioni non adeguate mantenute per lungo tempo (per esempio stare seduti tutto il giorno alla scrivania in modo scorretto).

«Non sempre il dolore alla zona lombare corrisponde a una specifica patologia – avvertono gli specialisti dell’Unità Operativa di Chirurgia della colonna di Humanitas Gavazzeni Bergamo –. Spesso condizioni come uno scarso tono muscolare, movimenti non corretti o il sollevamento continuo di pesi, possono generare un dolore che, per fortuna, non necessariamente corrisponde a una specifica condizione patologica. Prima di allarmarsi, in presenza di un dolore di questo tipo, è dunque sempre meglio verificare la situazione rivolgendosi a un medico specialista».

La lombalgia, il caldo, i tacchi e il peso

In estate chi soffre di una vera e propria patologia lombare può godere in genere di una situazione contraddistinta da minore dolore. Il motivo di questo miglioramento lo spiegano gli specialisti: «Il dolore diminuisce perché il caldo determina un rilassamento muscolare e produce un maggiore apporto sanguigno, portando a un miglioramento generale con diminuzione del disturbo doloroso».

Per le donne l’estate può essere l’occasione per diminuire la misura dei tacchi, togliendo un sovraccarico innaturale alla colonna vertebrale. «Per attenuare il dolore dovuto a una lombalgia, è meglio non idossare scarpe con tacchi di misura superiore ai 4 centimetri – suggeriscono i chirurghi della colonna di Humanitas Gavazzeni –, perché i tacchi alti provocano un aumento della lordosi lombare. Andrebbero perciò utilizzati solo in occasioni speciali. Durante la giornata, soprattutto quando bisogna stare in piedi o camminare molto, è meglio adottare scarpe comode e basse».

Infine, in estate in genere si cerca di controllare il proprio peso corporeo, soprattutto quando questo è un po’ in eccesso. Scelta perfetta per chi soffre di mal di schiena e in particolare di lombalgia: «Una riduzione dei carichi portati dal peso corporeo eccessivo sulla colonna vertebrale – concludono gli specialisti di Humanitas Gavazzeni – permette di alleviare l’usura sulle strutture che la compongono, come quelle disco-legamentose e quelle osteo-articolari. Il che significa minore infiammazione e, di conseguenza, minore dolore».